L’italiano e l'impresa italiana nel mondo al centro di un progetto Prin 2017

Lo studio, coordinato dall'Università per stranieri di Siena parte dai risultati di un questionario online. Relazione tra reti economiche e reti sociali di origine italiana, posizionamento dell’italiano nel mercato globale delle lingue, prodotti culturali e commerciali connessi all’Italia, sono alcuni degli argomenti trattati dall'indagine

Lingua italiana, mercato globale delle lingue, impresa italiana nel mondo: nuove dinamiche linguistiche, socioculturali, istituzionali, economico-produttive. E' il titolo del progetto
coordinato dall’Università per stranieri di Siena  (coordinatore nazionale: prof. Massimo Vedovelli) per studiare la lingua italiana nel mondo, finanziato dal Prin (Progetti di ricerca di rilevante Interesse nazionale) 2017 del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (Miur). Finalità dello studio e il riposizionamento strategico dell’italiano nel mercato globale delle lingue e il potenziamento dell’attrattività di prodotti culturali e commerciali italiani all’estero.

Al centro dello studio lo spazio linguistico dell’italiano nel mondo, focalizzando l'attenzione sulla relazione tra reti economiche e reti sociali di origine italiana, sul posizionamento dell’italiano nel mercato delle lingue, sull’individuazione dei valori simbolici e culturali dell’italianità veicolati dalla lingua italiana nelle realtà economico-produttive all’estero e sulla presenza di prodotti culturali e commerciali connessi all’Italia e nel panorama linguistico del mondo globale.

Partecipano al progetto altre tre unità di ricerca: Università degli Studi di Firenze (prof. Marco Bellandi), Università degli studi internazionali di Roma (prof.ssa Laura Mori), Università telematica, Italian University Line - IUL (prof.ssa Barbara Turchetta).

Lo studio partirà dai risultati di un questionario elaborato delle Università coinvolte da compilare online.

 

Condividi
Aggiornato al:
13.02.2020