Accordo su Erasmus+, più fondi per offrire maggiori opportunità

La Commissione si pone l’obiettivo di raggiungere altri 10 milioni di persone nei prossimi 7 anni.

La Commissione UE ha accolto con favore l'accordo raggiunto tra il Parlamento europeo e gli Stati membri dell'UE sul nuovo programma Erasmus+ (2021-2027), ora l'approvazione finale dei testi giuridici spetta al Parlamento europeo.

Negli ultimi tre decenni la partecipazione a Erasmus+ ha dato slancio allo sviluppo personale, sociale e professionale di oltre 10 milioni di persone, quasi la metà delle quali ha partecipato al programma negli anni dal 2014 al 2020. Con una dotazione di bilancio quasi raddoppiata per il prossimo periodo di programmazione, la Commissione si pone l’obiettivo di raggiungere altri 10 milioni di persone nei prossimi 7 anni.

Erasmus+ è una vera e propria storia di successo europea, immancabilmente giudicata una delle iniziative più riuscite dell'UE. Dal suo avvio nel 1987 il programma è stato notevolmente ampliato e comprende ora tutti i settori dell'istruzione e della formazione: istruzione e cura della prima infanzia, istruzione scolastica, istruzione e formazione professionale, istruzione superiore e istruzione degli adulti. Sostiene la cooperazione nel campo delle politiche per la gioventù e promuove la partecipazione allo sport.

Il nuovo programma, forte di un bilancio di 26 miliardi di euro, 24,5 dei quali a prezzi correnti con un'integrazione aggiuntiva di 1,7 miliardi di euro a prezzi del 2018, sarà non solo più inclusivo e innovativo ma anche più digitale e più verde. Sarà uno strumento fondamentale per realizzare lo Spazio europeo dell'istruzione entro il 2025 e per mobilitare il mondo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport a favore di una ripresa rapida e della crescita futura. Offrirà molte nuove opportunità agli studenti europei: grazie a maggiore accessibilità e formati di mobilità più flessibili, darà opportunità a categorie più diversificate di studenti, compresi quelli che hanno minori occasioni e gli allievi delle scuole, ora previsti dall'azione per la mobilità. Offrirà nuove opportunità di cooperazione, stimolando l'innovazione nella progettazione dei piani di studio e nelle pratiche di apprendimento e insegnamento, oltre a promuovere competenze verdi e digitali. Sosterrà anche nuove iniziative faro, quali le "Università europee", le accademie degli insegnanti Erasmus, i centri di eccellenza professionale e DiscoverEU.

Maggiori informazioni:

ERASMUS+

Piano per la ripresa

Bilancio a lungo termine dell'UE 2021-2027 e NextGeneration EU
 

Aggiornato al:
19.01.2021
Article ID:
37617407