Aggiornamento in: Regione Tributi

Irap, Imposta regionale attività produttive

Coronavirus, le disposizioni Irap del decreto legge Rilancio, per le imprese / lavoratori con ricavi / compensi non superiori a 250 milioni: pagamento saldo 2019 e prima rata non dovuti

Condividi

L'introduzione nell'ordinamento giuridico italiano del tributo regionale sulle attività produttive dà una prima attuazione alle esigenze di decentramento del prelievo dello Stato alle regioni e di semplificazione del sistema tributario, nel rispetto del limite dell'invarianza del gettito complessivo. Consulta la Guida all'Irap
Sotto il profilo del decentramento, la legge attribuisce alle regioni e alle province autonome significativi poteri normativi da attuarsi con leggi regionali, delegando loro l'esercizio della podestà tributaria in materia di applicazione del tributo, di misura delle aliquote, ecc..
In Toscana la normativa è stata recepita con la legge regionale 32/2000.

In evidenza. Coronavirus (covid-19), disposizioni in materia di Irap: decreto legge 34 del 19 maggio 2020 (decreto legge  Rilancio)

In considerazione della situazione di crisi connessa all’emergenza epidemiologica da covid-19, l'art. 24 del decreto legge 34 del 19 maggio 2020 "Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonche' di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da covid-19", prevede che

  • le imprese, con un volume di ricavi non superiore a 250 milioni, e
  • i lavoratori autonomi, con un corrispondente volume di compensi

non sono tenuti né al versamento del saldo dell’Irap dovuta per il 2019 né della prima rata, pari al 40 per cento, dell’acconto dell’IRAP dovuta per il 2020.

Rimane fermo l’obbligo di versamento degli acconti per il periodo di imposta 2019. L’applicazione della norma è esclusa per le banche e gli altri enti e società finanziari nonché per le imprese di assicurazione, le Amministrazioni e gli enti pubblici.


La Regione Toscana ha esercitato la facoltà di manovra fiscale in materia Irap disponendo le seguenti agevolazioni e maggiorazioni:

 

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
08.09.2020
Article ID:
638734