Incentivi per agricoltura e per territori rurali

Oltre 900 milioni stanziati, più di 50.000 domande presentate nei 68 bandi già pubblicati. Sono questi i numeri di fondo del Programma di sviluppo rurale in Toscana. Il principale strumento di finanziamento comunitario delle politiche agricole regionali, approvato nel maggio 2015 per coprire un periodo di sette anni (2014-2020), sta procedendo a ritmi sostenuti: sono state già messe in circolazione il 95% delle risorse totali disponibili (pari a 950 milioni).

Soprattutto su alcune misure si è registrato un interesse elevatissimo. Basti pensare al bando di sostegno all’agricoltura biologica: 2.066 aziende hanno avuto accesso ai 115 milioni di finanziamenti disponibili, oppure all’inserimento dei giovani in agricoltura (165 milioni di euro hanno favorito sin qui l’insediamento di oltre 1.000 imprese).

Una attenzione speciale è stata dedicata ai cosiddetti bandi multi misura per favorire percorsi di aggregazione e integrazione tra più attori della filiera agro alimentare, fra più soggetti interessati agli aspetti ambientali o fra più tipologie di investimenti nell’ambito della stessa azienda. A questi bandi sono stati destinate oltre 300 milioni di euro, pari al 33% delle risorse complessive.

Non solo l’agricoltura ma anche il patrimonio boschivo è stato al centro del Piano di Sviluppo Rurale: quasi 140 milioni di euro sono stati destinati a interventi a favore di iniziative di salvaguardia e valorizzazione della risorsa forestale.

Aggiornato al:
08.09.2020
Article ID:
24181192

chiuso in redazione il 15 luglio 2020