Finanziamenti in scienze della vita

Cardine fondamentale di un sistema socio-sanitario regionale evoluto è l’investimento in formazione, ricerca, innovazione e sperimentazione clinica, col necessario raccordo tra i bisogni assistenziali (anche in merito alle aree orfane di ricerca, quali, ad esempio, le malattie rare) e il sistema della ricerca. Questo al fine di rendere disponibili ai cittadini l’accesso ai risultati e alle innovazioni più avanzate, in regimi di costi sostenibili. In particolare, in ambito sanitario, investire in una ricerca di qualità alimenta lo sviluppo delle conoscenze scientifiche ed operative a beneficio della salute dei cittadini, del servizio sanitario e dell’intero sistema economico. In linea con questa visione, negli ultimi 5 anni, la Regione Toscana ha sviluppato una serie di azioni utili a rafforzare il sistema della ricerca e sviluppo in sanità. Con il bando Ricerca Salute 2018 sono stati assegnati a 51 progetti 27,5 milioni di euro, incrementati di 12 milioni di euro per lo scorrimento della graduatoria. Inoltre, è stata supportata e cofinanziata la partecipazione ai bandi ministeriali, attraendo ingenti risorse per i ricercatori toscani. Per potenziare la ricerca e l’innovazione in ambito di medicina personalizzata, è stato istituito il Centro Regionale Medicina di Precisione: centro pubblico-privato per la crescita delle eccellenze del territorio, la nascita di progetti innovativi e l’attrazione di investimenti. Sono stati inoltre avviati progetti ed attività a livello europeo ed internazionale per il posizionamento di Regione Toscana in ambito di medicina personalizzata, malattie rare e lotta al cancro.

Aggiornato al:
10.09.2020
Article ID:
25539101

chiuso in redazione il 15 luglio 2020