Coronavirus, emissioni CO2 dell'aviazione: posizione UE su linea di base Corsia

Il Consiglio europeo ha adottato una decisione che adegua la posizione dell'UE sul periodo di riferimento da utilizzare per misurare la crescita delle emissioni di CO2 nel trasporto aereo internazionale, per tener conto del calo senza precedenti del traffico aereo dovuto alla crisi del Coronavirus. Il periodo di riferimento determina l'obiettivo di stabilizzazione delle emissioni che il trasporto aereo internazionale deve raggiungere nell'ambito del Carbon Offsetting and Reduction Scheme for International Aviation (CORSIA).  Di conseguenza, determina anche la quantità di compensazioni che le compagnie aeree devono acquistare per raggiungere tale obiettivo.  La CORSIA è stata approvata dall'Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (ICAO) nel 2016.  La base di riferimento stabilita nel 2018 consisteva nella media delle emissioni di CO2 dell'aviazione internazionale coperte dalla CORSIA nel 2019 e nel 2020.

Secondo la posizione dell'UE stabilita dalla decisione, il periodo di riferimento modificato per i valori di emissione utilizzati per calcolare i fattori di crescita dovrebbe fare riferimento ai livelli di emissione del 2019. "L'UE sostiene pienamente la CORSIA come meccanismo multilaterale per la compensazione delle emissioni del trasporto aereo internazionale e per affrontare il riscaldamento globale. L'adattamento della linea di base è fondamentale per mantenere un livello di ambizione simile per il sistema e l'impegno degli Stati dell'ICAO nella fase pilota della CORSIA, tenendo conto delle circostanze estremamente difficili create dalla pandemia per il traffico aereo internazionale" Oleg Butković, Ministro croato per il Mare, i Trasporti e le Infrastrutture, Presidente del Consiglio di turno.
La base di riferimento della CORSIA sarà discussa dal Consiglio dell'ICAO durante la sua 220a sessione che terminerà il 26 giugno 2020.

L'obiettivo della CORSIA è di contribuire agli obiettivi dell'Accordo di Parigi per affrontare il cambiamento climatico nel contesto dell'aviazione internazionale.  Esso integra una serie più ampia di misure, tra cui i miglioramenti tecnologici degli aeromobili, i miglioramenti operativi e i carburanti sostenibili per l'aviazione, per raggiungere una crescita neutrale in termini di emissioni di carbonio a partire dal 2020.

La CORSIA sarà riesaminata ogni tre anni.  La prima revisione è prevista per il 2022. La fase pilota della CORSIA dovrebbe iniziare nel 2021. Tecnicamente, la decisione presa modifica la corrispondente decisione del Consiglio a partire dal 2016.  È stata adottata con procedura scritta.  Il testo sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'UE.
 

Aggiornato al:
15.06.2020
Article ID:
25178626