Economia solidale: è necessaria una legge?

Condividi
Terrafutura 2011

La Regione Toscana si interroga sulla necessità di una legge per l'economia solidale. E' possibile realizzare un' altra economia ? o rifondare la nostra economia su principi di ecocompatibilità, trasparenza, equità, buona occupazione e partecipazione dei lavoratori e dei consumatori ? Queste le domande e i contenuti al centro del convegno Economia solidale in Toscana: è necessaria una legge? organizzato da Regione Toscana, all'interno di Terrafutura 2011, sabato 21 maggio alla Palazzina Lorenese  (1° piano stanza 29) della Fortezza da Basso di Firenze con inizio alle ore 10:00.

Tra gli interventi del Convegno "Altra economia: definizioni e quadro normativo; le prospettive di una legge regionale, a cura del settore "Tutela del consumatore, politiche di genere, imprenditoria femminile" della Regione Toscana, con dibattito e le conclusioni di Salvatore Allocca, assessore regionale "Welfare e politiche per la casa".
Interverranno anche rappresentanti dei distretti di economia solidale della Toscana, produttori esercenti e membri dei gruppi di acquisto solidale.

I lavori del Convegno saranno in diretta streaming su: www.regione.toscana.it e www.prontoconsumatore.it

Il contributo del Convegno alla mostra-convegno internazionale Terrafutura 2011, giunta alla sua VIII edizione dal 20 al 22 maggio, verte da un lato sulla sfida dell'economia sociale e solidale al commercio, al consumo e alla produzione di beni tradzionali, del valore d'uso e valore sociale di beni e servizi al modello economico del capitale e del profitto, dall'altro su una proposta normativa strategica.

Si parlerà di eco-compatibilità, per ridurre al minimo l’impatto dei processi produttivi, distributivi e di smaltimento dei rifiuti sull’ecosistema tali da incrementare la salute e migliorare la qualità della vita; di trasparenza, per rendere il più possibile controllabili comportamenti e scambi in campo sociale, finanziario, ambientale e nel rapporto con lavoratori, clienti e consumatori; di equità, solidarietà e pace, per distribuire equamente i valori prodotti e condurre ad un’ottica solidale le relazioni socio-economiche locali e globali; di buona occupazione, per superare la precarietà dei rapporti di lavoro e valorizzare le competenze professionali presenti sul territorio; di partecipazione alle decisioni di cittadini, lavoratrici e lavoratori.

Visita le altre inziative di Regione Toscana all'interno di Terrafutura 2011.

Aggiornato al:
17.05.2011
Article ID:
111322