Pacchetto UE per le banche al fine di favorire prestiti a famiglie e imprese

L'obiettivo del pacchetto è garantire che le banche possano continuare a prestare denaro per sostenere l'economia e contribuire ad attenuare il significativo impatto economico del coronavirus. Il pacchetto comprende una comunicazione interpretativa sui quadri contabili e prudenziali dell'UE e modifiche "rapide" mirate della normativa bancaria dell'UE. Le norme introdotte a seguito della crisi finanziaria hanno permesso alle banche dell'UE di essere ora più resilienti e meglio preparate per far fronte agli shock economici. La comunicazione ricorda che le norme dell'UE consentono alle banche e alle autorità di vigilanza di agire in modo flessibile ma responsabile durante le crisi economiche, a sostegno di cittadini e imprese, in particolare piccole e medie imprese. Il regolamento attua inoltre alcune modifiche mirate per massimizzare la capacità degli enti creditizi di erogare prestiti e assorbire perdite dovute alla pandemia di coronavirus, continuando ad assicurare comunque la loro tenuta. La Commissione avvierà un dialogo con il settore finanziario europeo per esaminare in che modo poter elaborare migliori pratiche a ulteriore sostegno di cittadini e imprese. La risposta dell'UE a questa crisi deve essere coordinata per evitare la frammentazione nazionale e assicurare parità di condizioni. Le modifiche "rapide" proposte dalla Commissione, sono mirate a massimizzare la capacità delle banche di erogare prestiti e assorbire perdite dovute al Coronavirus. La Commissione propone misure temporanee eccezionali per attenuare l'impatto immediato degli eventi connessi al Coronavirus, che prevedono un adattamento del calendario di applicazione dei principi contabili internazionali al capitale delle banche, un trattamento più favorevole delle garanzie pubbliche concesse durante la crisi, il rinvio della data di applicazione della riserva del coefficiente di leva finanziaria e la modifica delle modalità di esclusione di determinate esposizioni dal calcolo del coefficiente di leva finanziaria. La Commissione propone inoltre di anticipare la data di applicazione di diverse misure concordate che incentivano le banche a finanziare i lavoratori dipendenti, le PMI e i progetti infrastrutturali. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato.

Aggiornato al:
05.05.2020
Article ID:
24902046