Avviso per progetti formativi in Giardiniere d'arte per giardini e parchi storici

PNRR - Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici - Domande a partire dalle ore 12 del 10 novembre 2022


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

26 ottobre 2022

Numero e parte del BURT

Supplemento 170 al BURT 43, parte III

Con decreto 20595 del 14 ottobre 2022 è stato approvato l’avviso pubblico per la concessione di finanziamenti per progetti formativi per la figura professionale di “Giardiniere d'arte per giardini e parchi storici”, a valere sul Piano nazionale di ripresa e resilienza  M1C3 -  Investimento 2.3 - Programmi per valorizzare l’identità dei luoghi: parchi e giardini storici.

vai all'avviso

Le domande di finanziamento posso essere presentate a partire dal 10 novembre 2022, alle ore 12, e saranno finanziate secondo l'ordine cronologico di presentazione, fino a concorrenza delle risorse disponibili.

_________________________

Finalità 
L’investimento 2.3 M1C3 PNRR prevede un obiettivo di riqualificazione di parchi e giardini storici attraverso la loro manutenzione e messa in sicurezza, il restauro delle componenti architettoniche e monumentali, l’ottimizzazione dei metodi di uso degli spazi, interventi per l'accessibilità delle persone con funzionalità ridotta ecc. e un obiettivo legato alla formazione di personale qualificato per assicurare ai giardini di interesse culturale un adeguato livello di cura e manutenzione, anche in vista della loro crescente fruizione culturale e turistica. 
L’avviso ha quindi la finalità di finanziare progetti per la formazione della figura professionale di “Tecnico/a dell'analisi di progetti, della realizzazione, cura e manutenzione delle aree verdi e della conservazione, restauro e recupero di giardini e parchi storici - Giardiniere d'arte per giardini e parchi storici”, figura professionale inserita nel Repertorio Regionale delle Figure professionali - RRFP della Regione Toscana.
Il Giardiniere d’arte per giardini e parchi storici è in grado di realizzare gli interventi rivolti alla conservazione, al rinnovamento, al rifacimento di elementi, spazi, architetture vegetali del giardino, padroneggiando le tecniche, i materiali e le modalità di messa a dimora, cura, prevenzione e rigenerazione degli elementi vegetali di cui sono composti. Realizza interventi di restauro, conservazione, manutenzione e gestione dei giardini e parchi storici nell’ambito del verde pubblico e privato, rispettando le forme originarie del giardino, valorizzando le peculiarità storiche, di cultura materiale, architettoniche, ambientali, paesaggistiche, di relazione.
Il bando si inserisce nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani

_________________________

Beneficiari degli interventi 
Persone:
a) in possesso, in alternativa, di:

  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale
  • qualifica IeFP di operatore agricolo
  • diploma IeFP di tecnico agricolo
  • tre anni di esperienza lavorativa nel settore di riferimento con almeno diploma di scuola secondaria di primo grado

b) che hanno compiuto il 18esimo anno di età e che, indipendentemente dalla condizione nel mercato del lavoro, necessitano di azioni formative
per acquisire conoscenze e competenze necessarie a rafforzare la propria occupabilità e adattabilità.

_________________________

Soggetti ammessi alla presentazione dei progetti 
I progetti possono essere presentati e realizzati da:

  • un singolo soggetto;
  • un consorzio o fondazione o rete di imprese (nella forma di “rete-soggetto”);
  • un’associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS) o rete di imprese (nella forma di “rete-contratto”) o altra forma di partenariato, costituita o da costituire a finanziamento approvato.

Per la realizzazione dei progetti è necessario che il soggetto esecutore di attività formative sia in regola con la normativa sull’accreditamento:
- delibera di Giunta regionale 1407/2016 e ss.mm.ii 
o
- delibera di Giunta regionale 894/2017 e ss.mm.ii
o che si impegni ad accreditarsi entro 10 giorni dalla pubblicazione degli esiti sul BURT.

L’attuazione dell’attività formativa dovrà prevedere, unitamente alla partecipazione di un ente formativo accreditato, il coinvolgimento di:

  • uno o più giardini storici di rilievo (appartenenti a Ministero della Cultura, Enti territoriali, Fondazioni o Dimore storiche), con l’obiettivo di offrire spazi per lo svolgimento della parte pratica del corso, nonché per visite e attività di laboratorio
  • una o più imprese appartenenti al tessuto imprenditoriale e produttivo del settore di riferimento della figura professionale di giardiniere d’arte presente sul territorio con l’obiettivo di accrescere l’esperienza formativa e generare un primo contatto col mondo del lavoro.

Potranno inoltre essere coinvolti nella erogazione dei corsi:

  • Istituti Agrari, che potranno mettere a disposizione docenti per le materie tecniche del corso, con particolare riferimento alle competenze di agraria e botanica, nonché aule, laboratori e spazi di esercitazione;
  • Università, che potranno mettere a disposizione eventuali aule per la parte teorica e docenti per le materie di architettura del giardino e del paesaggio, storia dell’arte, storia dei giardini, botanica, scienze della natura; potranno inoltre mettere a disposizione dei corsi (svolgimento di lezioni e laboratori) gli Orti Botanici afferenti ai dipartimenti di Botanica.

Il coinvolgimento sia dei giardini storici e delle imprese che degli istituti agrari e delle università dovrà essere manifestato attraverso la presentazione di una lettera di sostegno o adesione al progetto sottoscritta dal legale rappresentante dell’istituzione o dell'impresa

_________________________

Domanda di partecipazione 
Le domande di finanziamento possono essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 10 novembre 2022, ovvero dal quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT.

Le proposte progettuali che rispondono ai requisiti minimi di partecipazione vengono finanziate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle istanze, sulla base del raggiungimento di valori soglia e fino a concorrenza delle risorse disponibili. Lo sportello rimane aperto per la presentazione delle domande fino alla data del 31 dicembre 2022

Per accedere al contributo consultare integralmente il bando e i suoi allegati, dei quali pubblichiamo qui in formato editabile

La domanda, corredata dalla documentazione allegata prevista dall’avviso, deve essere trasmessa tramite il Formulario di presentazione progetti on-line utilizzando la funzione Interfaccia Pubblica GG

vai al formulario 

L'accesso all'applicativo è possibile tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS), con Carta d'Identità Elettronica (CIE) o con credenziali SPID, previa registrazione

_________________________

Per informazioni sul bando scrivere a
bandiformazione@regione.toscana.it
info@giovanisi.it

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
15.11.2022
Article ID:
131683081