Bando CE per rendere i vaccini disponibili per le popolazioni svantaggiate o più isolate

Nel periodo dell’attuale crisi della lotta al Coronavirus la Commissione europea è molto attiva alla sensibilizzazione sulle tematiche dei vaccini. Attualmente è aperto un bando volto a garantire la copertura vaccinale delle popolazioni isolate o svantaggiate (PJ-07-2020 - Increased access to vaccination for disadvantaged, isolated and difficult to reach groups of population - Heading 1.2.1.5 of the AWP 2020). 

Il budget previsto complessivo è di 1 milione di euro con un tasso di co-finanziamento UE del 60%. Possono presentare progetti persone giuridiche, autorità pubbliche, enti del settore pubblico. L'obiettivo principale è affrontare le minacce transnazionali prodotte da malattie infettive al fine di ridurre i rischi e mitigarne le conseguenze.

Gli obiettivi dell'azione sono: 

1.    sostenere gli Stati membri a ridurre la trasmissione e l'insorgenza di malattie prevenibili con il vaccino aumentando l'assunzione di vaccini tra i gruppi di popolazione svantaggiati e socialmente esclusi;

2.    colmare le lacune nella copertura vaccinale nei gruppi svantaggiati ed socialmente esclusi, tenendo conto dell'approccio del corso di vita. La popolazione target deve essere composta da gruppi svantaggiati e difficili da raggiungere a causa di motivi economici, sociali, educativi, etnici o sanitari, che vivono in comunità vicine; le attività finanziate non devono basarsi esclusivamente sulla ricerca o su un approccio teorico, ma devono porre l'accento sull'attuazione a livello nazionale. I progetti che lavorano esclusivamente sull'elaborazione di linee guida, materiale didattico o descrizione delle differenze in termini di vaccinazione nello stato non saranno considerati sufficienti per questo bando. I progetti devono: avere un impatto sufficiente sulla popolazione dell'UE e devono essere attuati in almeno 5 diversi paesi ammissibili con riferimento a un gruppo di popolazione simile in ognuno; mirare ad aumentare e concentrarsi solo sulle malattie prevenibili con i vaccini che fanno parte dei programmi ufficiali di vaccinazione approvati dalle autorità nazionali o regionali; essere in grado di dimostrare l'aumento dell'assunzione di vaccinazione delle popolazioni interessate. Le attività finanziate non devono basarsi esclusivamente sulla ricerca o su un approccio teorico, ma devono porre l'accento sull'attuazione a livello nazionale. I progetti che lavorano esclusivamente sull'elaborazione di linee guida, materiale didattico o descrizione delle differenze in termini di vaccinazione nello stato non saranno considerati sufficienti per questo bando.

Scadenza per la presentazione delle proposte: 8 agosto 2020

Informazioni ulteriori sul bando è disponibili sul seguente sito

Aggiornato al:
14.07.2020
Article ID:
25308612