Aiuti di stato, sovvenzioni CE all'Italia per 6,2 miliardi

Aiuti di Stato: la Commissione approva un regime di sovvenzioni per un valore di 6,2 miliardi di euro  notificato dall'Italia e destinato a sostenere le imprese e i lavoratori autonomi colpiti dalla pandemia

La Commissione europea ha approvato un regime italiano di aiuti per 6,2 miliardi di euro a sostegno delle imprese e dei lavoratori autonomi colpiti dalla pandemia di Coronavirus. Il regime è stato approvato nell'ambito del quadro temporaneo relativo agli aiuti di Stato.

La misura di aiuto notificata dall'Italia
L'Italia ha notificato alla Commissione, nell'ambito del quadro temporaneo, un regime di aiuti per 6,2 miliardi di euro destinato a sostenere le piccole imprese e i lavoratori autonomi colpiti dall'epidemia di Coronavirus. Nell'ambito di tale regime, il sostegno pubblico assumerà la forma di sovvenzioni dirette. Del regime possono beneficiare le piccole imprese e i lavoratori autonomi attivi in tutti i settori economici, ad eccezione del settore finanziario e della pubblica amministrazione.
L'importo dei singoli aiuti sarà calcolato come percentuale della differenza tra il fatturato registrato dai beneficiari ammissibili nell'aprile 2020 e il fatturato registrato nell'aprile 2019 (con un minimo di 1 000 euro per le persone fisiche e di 2 000 euro per le imprese).
Il regime mira ad attenuare i problemi di liquidità che si trovano ad affrontare le imprese e i lavoratori autonomi a causa delle ripercussioni negative dell'epidemia di Coronavirus, aiutandoli in tal modo a proseguire l'attività lavorativa. La misura dovrebbe sostenere 2,6 milioni di beneficiari, tra piccole imprese e lavoratori autonomi.
La Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. La Commissione ha pertanto concluso che la misura notificata dall'Italia è necessaria, opportuna e proporzionata per porre rimedio al grave turbamento dell'economia dello Stato membro, conformemente all'articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e alle condizioni stabilite nel quadro temporaneo. Su tale base, la Commissione ha approvato le misure in conformità delle norme dell'UE sugli aiuti di Stato.
Il quadro temporaneo rimarrà in vigore fino alla fine di dicembre 2020. Poiché i problemi di solvibilità potrebbero manifestarsi solo in una fase successiva, con l'evolversi della crisi, esclusivamente per le misure di ricapitalizzazione la Commissione ha prorogato tale periodo fino alla fine di giugno 2021. Al fine di garantire la certezza del diritto, la Commissione valuterà prima di tali date se il quadro debba essere prorogato.

La versione non riservata della decisione sarà consultabile sotto il numero SA.57752 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della DG Concorrenza della Commissione una volta risolte eventuali questioni di riservatezza. Le nuove decisioni in materia di aiuti di Stato pubblicate su internet e nella Gazzetta ufficiale figurano nel bollettino elettronico di informazione settimanale in materia di aiuti di Stato. Ulteriori informazioni sul quadro temporaneo e su altri interventi adottati dalla Commissione per affrontare l'impatto economico della pandemia di Coronavirus sono disponibili qui.
 

Aggiornato al:
14.07.2020
Article ID:
25309114