Pmi agricoltura, silvicoltura, pesca e acquacoltura: garanzie sui prestiti e sovvenzioni dirette

La Commissione approva le misure in conformità delle norme dell'UE sugli aiuti di Stato. Il quadro temporaneo sarà in vigore fino alla fine di dicembre 2020.

La Commissione europea ha approvato le misure italiane di sostegno nell'ambito del quadro temporaneo modificato  il 3 aprile 2020, l'Italia ha notificato alla Commissione un regime da 100 milioni di euro volto a sostenere le Pmi nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell'acquacoltura che risentono della pandemia di coronavirus. In applicazione di tale regime il sostegno alle Pmi sarà fornito dall'Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare- ISMEA, sotto forma di:

  • garanzie di Stato sui prestiti per gli investimenti e per il capitale di esercizio;
  • sovvenzioni dirette sotto forma di rinuncia alla commissione applicabile alle garanzie concesse.

Il regime, che sarà aperto alle PMI operanti nei settori dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca e dell'acquacoltura, consentirà loro di accedere ai mezzi finanziari necessari per sopperire al fabbisogno immediato di capitale di esercizio e d'investimenti e continuare a portare avanti le loro attività. La Commissione ha constatato che la misura è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo, per le seguenti ragioni:

Per quanto riguarda le garanzie di Stato nell'ambito del regime:

  • possono essere concesse garanzie sui prestiti che coprono il 100 % del rischio fino al valore nominale di 100 000 euro per impresa operante nel settore agricolo primario, di 120 000 euro per impresa operante nel settore della pesca, di 800 000 euro per impresa operante nel settore della silvicoltura o della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli;
     
  • in tutti gli altri casi: A) le garanzie coprono fino al 90 % del rischio legato ai prestiti, B) l'importo del prestito per impresa è limitato a quanto necessario per sopperire al fabbisogno di liquidità nel prossimo futuro, C) le garanzie saranno concesse soltanto fino a dicembre 2020, D) le garanzie hanno durata non superiore a sei anni e E) i premi relativi alle commissioni delle garanzie sono in linea con i livelli stabiliti nel quadro temporaneo;

Per quanto riguarda le sovvenzioni dirette, l'aiuto non può superare 100 000 euro per impresa operante nel settore agricolo primario, 120 000 euro per impresa operante nel settore della pesca e 800 000 euro per impresa operante nel settore della silvicoltura o della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

La Commissione ha concluso che la misura è necessaria, opportuna e proporzionata a quanto necessario per porre rimedio al grave turbamento dell'economia italiana in linea con l'articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo.
Su tale base la Commissione ha approvato le misure in conformità delle norme dell'UE sugli aiuti di Stato.
La versione non riservata della decisione sarà consultabile sotto il numero SA.57068 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della DG Concorrenza della Commissione. Le nuove decisioni in materia di aiuti di Stato pubblicate su internet e nella Gazzetta ufficiale figurano nel bollettino elettronico di informazione settimanale in materia di aiuti di Stato - State Aid Weekly e-News.  

Il quadro temporaneo sarà in vigore fino alla fine di dicembre 2020. Al fine di garantire la certezza del diritto, la Commissione valuterà prima di tale data se il quadro debba essere prorogato.

Aggiornato al:
28.04.2020
Article ID:
24825906