UE e la riforma della legislazione in materia di diritto d'autore

Le recenti misure adottate dal governo Australiano nei confronti delle piattaforme digitali che impongono a quest’ultime l’obbligo di pagare gli editori per la condivisione di notizie pubblicate, hanno fatto notizia in Europa. Alcuni media hanno affermato che l’Europa dovrebbe “cominciare ad occuparsi “ della relazione tra editori e piattaforme e della difesa del ruolo della stampa rispetto al potere di attori globali come Facebook e Google. In realtà l’Ue ha recentemente modificato la normativa adottando una riforma della legislazione in materia di diritto d’autore che garantisce, per la prima volta nel mondo, uno specifico diritto di proprietà (cosidetto “diritto connesso” al diritto autore) agli editori di giornali sulle loro pubblicazioni. 
La nuova direttiva dovrà essere recepita nelle legislazioni degli Stati Membri, entro giugno di quest’anno. 
In Francia, dove questa norma è già stata recepita, gli editori di stampa  sono riusciti ad concludere, poche settimana fa, un accordo storico con Google per la remunerazione del loro contenuto online. Molto probabilmente, nei prossimi mesi si concretizzeranno accordi analoghi in altri paesi europei dopo che la direttiva sarà recepita dallo Stato Membro.  Tutto questo testimonia che, l’Europa in materia di diritto d'autore, è stata pioniera a livello mondiale ed un modello per l’iniziativa recentemente proposta in Australia.
 

Aggiornato al:
17.03.2021
Article ID:
48858638