Salta al contenuto Salta al menu'

Por Fse 2014-2020, finanziamento di corsi IFTS in otto filiere produttive

Istruzione e Formazione Tecnica Superiore. Giovanisì

Por Fse 2014-2020, finanziamento di corsi IFTS in otto filiere produttive

Presentazione online della domanda di finanziamento e relativa proposta progettuale, entro il 16 ottobre 2017.

lunedì, 16 ottobre 2017 23:59
Non specificato

 

La Regione Toscana, con decreto dirigenziale n. 11219 del 31 luglio 2017, ha approvato il bando per il finanziamento di percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) nelle filiere Agribusiness, Carta, Marmo, Meccanica ed Energia, Turismo e Cultura, Chimica-farmaceutica, Moda, Informatikon Communication Technologies - ICT (allegato 1 del decreto). Con questo interevtno la Regione intende contribuire a creare un legame virtuoso tra attività economiche, territorio, e sistema dell'istruzione e formazione, incentivando la formazione di figure professionali altamente qualificate e in grado di rispondere alle istanze di specializzazione provenienti dal tessuto produttivo locale, caratterizzato da filiere produttive strategiche per la Toscana.

ll bando, che rientra nell'ambito del progetto regionale Giovanisì, è cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fse 2014-2020, in particolare dalle risorse stanziate per l'attuazione dell'asse C "Istruzione e formazione" - obiettivo specifico C.3.2.1. a) "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" del programma.

L'intervento regionale attua la decisione della Giunta regionale n. 9 del 31 gennaio 2017 che approva il documento "Competenze per l'economia digitale: primi indirizzi per la formazione 4.0". Con questa delibera la Regione declina la strategia regionale su Industria 4.0 con riferimento al tema delle competenze richieste dall'economia digitale, approvando i primi indirizzi relativi alla formazione 4.0. Sono state individuate – in coerenza con quanto previsto dal Piano nazionale Industria 4.0 – alcune delle direttrici strategiche dell'intervento regionale: tra queste, un ruolo centrale è attribuito ai percorsi IFTS.
 


Destinatari. I progetti per percorsi  IFTS devono essere co-progettati, presentati e realizzati da un insieme di soggetti appartenenti ai sistemi dell'istruzione, della formazione professionale, dell'università e della produzione.
I progetti dovranno essere presentati ed attuati da una associazione di scopo (ATS), costituita o da costituire a finanziamento   approvato,   composta   obbligatoriamente,  a   pena   di   esclusione, da un pool di almeno un rappresentante per ognuna delle seguenti tipologie di soggetti:

a) un soggetto  capofila che deve essere  un  organismo  formativo in regola con la normativa sull'accreditamento ai sensi della delibera di Giunta regionale n. 968/2007 e successive modifiche e integrazioni. oppure della delibera di Giunta n. 1407/2016 che approva i Requisiti e modalità per l'accreditamento degli organismi formativi e modalità di verifica a seconda della normativa vigente al momento dell'avvio delle attività formative, con esclusione degli istituti scolastici, avente sede o unità operativa nel territorio regionale e operante secondo le normative regionali;

b) un Istituto scolastico di istruzione secondaria superiore, pubblico o paritario, avente sede nel territorio regionale; l'Istituto scolastico può essere capofila, in deroga al punto a) qualora lo stesso ricada nell' area interna Casentino Valtiberina di cui alla alla delibera di Giunta n. 1148 del 22/11/2016"Strategia nazionale per le aree interne. Approvazione dello schema di Protocollo di intesa per l'attuazione del progetto di area interna del Casentino-Valtiberina"

c)   una Università degli studi avente sede nel territorio regionale;

d)  una o più imprese aventi un'unità produttiva nel  territorio regionale.

  • Possono inoltre partecipare come partner i centri di ricerca italiani e stranieri
  • I percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS) possono essere realizzati inoltre anche dagli Istituti Tecnici Superiori (ITS), come stabilito dall'accordo della Conferenza Stato Regioni, sottoscritto il 20 gennaio 2016, recepito dal Decreto Interministeriale del 27/04/2016.

Scadenza e presentazione domanda. Le domande devono essere trasmesse in via telematica al Settore "Programmazione Formazione Strategica e Istruzione e Formazione Tecnica Superiore" a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del avviso sul Burt e devono pervenire entro e non oltre le ore 23.59 del giorno 16 ottobre 2017.  A tal fine fa fede la data e l'orario di consegna della domanda che risulta nello stato "ricevuta " di Apaci o nella "ricevuta di avvenuta consegna" della PEC o nella notifica di "consegnato" rilasciata dal sistema InterPRO.
Le domande devono essere trasmesse in via telematica dal soggetto privato o pubblico capofila dell'ATScon una delle seguenti modalità alternative:

  • caso in cui il capofila di ATS sia un soggetto privato:

-  trasmissione tramite interfaccia web Apaci, previa registrazione (credenziali utente e password)  in   qualità  di   Azienda/Impresa  o  Associazione  al  seguente   indirizzo: http://www.regione.toscana.it/apaci e selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta";
- trasmissione tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale di "Regione Toscana": regionetoscana@postacert.toscana.it;

  • caso in cui il capofila di ATS sia un soggetto pubblico

- trasmissione tramite protocollo interoperabile, per le amministrazioni pubbliche attive sul sistema InterPRO;
- trasmissione tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale di "Regione Toscana": regionetoscana@postacert.toscana.it;  per tutte le amministrazioni non ancora attive sul sistema InterPRO;

Solo in casi eccezionali e motivati, la trasmissione potrà essere effettuata – secondo le modalità sopra indicate – da un partner, su espressa autorizzazione del capofila da allegare contestualmente all'invio;

Nel campo "oggetto" della trasmissione telematica occorre riportare la dicitura "IFTS – Avviso Multifiliera2


Destinatari dei percorsi IFTS. Ai percorsi IFTS potranno accedere giovani e adulti, non occupati o occupati in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • diploma professionale di tecnico (di cui al D.lgs. 17 ottobre 2005, n. 226, articolo 20, comma 1, lettera c);
  • diploma di istruzione secondaria superiore.
  • ammissione al quinto anno dei percorsi liceali, ai sensi del decreto legislativo 17 ottobre 2005 n. 226, articolo 2, comma 5, nonché
  • coloro che non sono in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore, previo  accreditamento   delle   competenze   acquisite   in   precedenti   percorsi   di   istruzione, formazione e lavoro successivi all'assolvimento dell'obbligo di istruzione, di cui al Regolamento adottato con decreto del Ministro della Pubblica Istruzione 22 agosto 2007 n. 139.

Dotazione finanziaria. Il bando ha un budget finanziario complessivo, di 4 milioni 800mila euro così ripartiti nella formazikone IFTS di ciascuna filiera produttiva:

  • Agribusiness: 240.000  euro
  • Carta: 120.000: euro
  • Marmo: 120.000: euro
  • Meccanica ed energia: 720.000 euro
  • Turismo e cultura: 1.080.000 euro
  • Chimica-farmaceutica: 240.000 euro
  • Moda: 1.200.000 euro
  • ICT: 1.080.000 euro

Per consocere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il bando e i suoi allegati  (file .pdf allegato  A del decreto)

Allegati disponibili in file editabile per la compilazione digitale:


Per saperne di più scrivere a ifts@regione.toscana.it
 

Regione Toscana

Ultima modifica: 13/09/2017 10:35:07 - Id: 14570098
  • Condividi
  • Condividi