Fondo del Consiglio europeo per l'innovazione: seconda tornata di investimenti diretti in capitale

Gli investimenti in capitale proprio in innovazioni pionieristiche superano i 500 milioni di euro

La Commissione europea ha annunciato la seconda tornata di investimenti diretti in capitale proprio attraverso il fondo del Consiglio europeo per l'innovazione (CEI). Dal suo avvio nel 2020, il Fondo CEI ha già approvato 111 investimenti in start-up e piccole e medie imprese (PMI) altamente innovative, per un totale di oltre 500 milioni di euro per espandere innovazioni pionieristiche in settori quali la salute, l'economia circolare e l'Internet delle cose.

Rispetto al primo annuncio di gennaio scorso, quello attuale include 69 nuovi investimenti che vanno a costituire una solida base per il fondo CEI nell'ambito di Horizon Europe, che dovrebbe investire oltre 3,5 miliardi di euro nei prossimi sette anni.

Gli investimenti in capitale proprio vanno da 500 000 euro a 15 milioni di euro per impresa, integrando il finanziamento già erogato sotto forma di sovvenzioni tramite l'Acceleratore del CEI che può raggiungere 2,5 milioni di euro.

Tutti gli investimenti sono preceduti da una valutazione approfondita da parte di esperti esterni, da una procedura di dovuta diligenza supervisionata dal comitato per gli investimenti del fondo CEI, e da una decisione finale del consiglio di amministrazione del fondo CEI. La partecipazione azionaria del fondo CEI è compresa tra 10 % e 25 % ed è solitamente utilizzata per mobilitare altri investitori nell'ambito di una più ampia tornata di finanziamenti.

Ecco alcuni esempi di accordi recentemente firmati:
-    Antofénol (Francia) – un'impresa che fornisce una soluzione naturale per la protezione post-raccolta di frutta e verdura;
-    Gleechi AB (Svezia) – una piattaforma che trasforma la formazione grazie alla realtà virtuale;
-    Keyou GmBH (Germania) – un'impresa che sviluppai una tecnologia che consente l'utilizzo dell'idrogeno nei motori diesel;
-    Lixea (Estonia) – una nuova tecnologia che utilizza il legno di scarto per ottenere materie prime;
-    Ophiomix (Portogallo) – uno strumento decisionale per il trapianto di fegato basato sulla firma molecolare.

Nell'elenco degli investimenti firmati dal CEI vi sono solo 16 accordi firmati, in quanto la Commissione non pubblica gli investimenti senza aver prima avuto il consenso dell'impresa e degli altri investitori.

Il fondo del Consiglio europeo per l'innovazione (Fondo CEI), istituito nel giugno 2020, mira a colmare una carenza critica di finanziamenti e il suo scopo principale non è massimizzare i rendimenti degli investimenti finanziari, ma avere un forte impatto accompagnando le imprese con tecnologie dirompenti nella loro crescita. Il suo obiettivo è attirare gli operatori del mercato, condividere ulteriormente i rischi creando un'ampia rete di fornitori di capitali e partner strategici adeguati per i coinvestimenti e i finanziamenti successivi. Il Fondo presta particolare attenzione all'emancipazione e al sostegno alle donne fondatrici di imprese nonché a contribuire a ridurre il divario di innovazione tra i paesi dell'UE.

Maggiori informazioni:
Opportunità di investimento del Consiglio europeo per l'innovazione
Consiglio europeo per l'innovazione
 

Condividi
Aggiornato al:
09.08.2021
Article ID:
72793105