Villa Mimbelli

Condividi
Comune: Livorno
Via: San Jacopo Acquaviva, 63



L'aristocratica villa fu costruita dall'architetto Vincenzo Micheli fra il 1865 ed il 1875 su commissione del ricco mercante Francesco Mimbelli e di sua moglie Enrichetta Rodocanacchi. L'edificio è caratterizzato da un'elegante facciata a tre ordini sovrapposti ornata da mascheroni e decorazioni floreali. L'ingresso principale, utilizzato anche per l'accesso alle carrozze, è coperto da con tettoia in ghisa, mentre quello retrostante è caratterizzato, al piano terra, da tre enormi aperture ad arco, che immettono direttamente nella sale da pranzo e da soggiorno .Queste ultime presentano un pregevole soffitto trattato a stucco, e delle pregevoli lunette affrescate da Annibale Gatti. Una monumentale scala decorata con putti di ceramica invetriata conduce invece alle stanze del piano superiore dove erano collocati gli appartamenti privati dei coniugi Mimbelli La villa è circondata da un rigoglioso parco di ispirazione romantica caratterizzato dalla presenza di essenze esotiche, tra cui un gran numero di esemplari di Palma della Canarie. All'interno del parco è ubicato un novecentesco teatro all'aperto tuttora utilizzato. Danneggiata dalla guerra, dopo anni di abbandono la villa, è stata restaurata e aperta al pubblico. Dal 1994 ospita il Museo civico "Giovanni Fattori" che accoglie una raccolta di dipinti di del famoso pittore e di altri macchiaioli e postmacchiaioli.


This aristocratic villa was built by architect Vincenzo Micheli between 1865 and 1875, under commission to the rich merchant Francesco Mimbelli and his wife Enrichetta Rodocanacchi. The building has an elegant three-tiered façade, adorned with grotesque masks and floral decorations. The main entrance, designed also to allow coaches to pass through, has a cast-iron porch, while the rear entrance has three enormous archways leading directly to the dining-room and living-room. These two rooms have fine ceilings with stuccowork decorations and lunettes beautifully frescoed by Annibale Gatti. A monumental staircase decorated with glazed ceramic cherubs leads to the upper floor, on which the Mimbelli couple's private apartments were situated. The villa is surrounded by a romantically-inspired park, with exotic trees including a large number of Canary Island palms. Also in the park is the 20th-century open-air theatre, in which performances are still held. After years of abandonment following the damage it suffered during the World War II, the villa has now been restored and reopened to the public. Since 1994 it has housed the Museo Civico Giovanni Fattori. In addition to paintings by Fattori himself, this museum also contains works by Italian impressionist painters from the Macchiaioli and Post-Macchiaioli schools. 

Aggiornato al:
27.05.2016
Article ID:
11582568
Interessa a: