Via libera della Commissione europea al Programma Fse della Regione Toscana

La Commissione europea con decisione n. C(2014)9913, in data 12 dicembre, ha dato il via libera al Programma operativo (Por) 2014-2020 del Fondo sociale europeo presentato dalla Regione, che ha un plafond di 732 milioni per sette anni, quasi 100 milioni in più rispetto al precedente programma operativo Fse 2007-2013. La Regione ha preso atto dell'approvazione con delibera di Giunta n. 17 del 12 gennaio 2015 approvando in via definitiva il Por Fse 2014-2020 Investimenti a favore della crescita, dell'occupazione e del futuro dei giovani (allegato A della delibera).
La decisione della CE è avvenuta in tempi velocissimi, premiando lo sforzo che aveva consentito alla Toscana di bruciare le tappe nella definizione e approvazione del documento, che finanzierà le politiche per l'occupazione, la formazione, l'educazione e la coesione sociale per i prossimi sette anni.
Al nuovo programma sono legati i temi della riforma della formazione e della gestione dei servizi per il lavoro, attraverso l'Agenzia regionale per il lavoro, come anche l'operatività di Garanzia Giovani, che si pone in maniera sinergica e complementare rispetto al nuovo Por.

Centrale la scelta di destinare molta parte delle risorse ai giovani, cui è riservato il 35% delle risorse finanziarie, pari a oltre 255 milioni di euro. Serviranno, fra l'altro, per potenziare i tirocini e l'esperienza di Giovanisì e Garanzia Giovani, l'orientamento, i percorsi di apprendistato professionalizzante, istruzione e formazione professionale (38 milioni), l'alternanza scuola-lavoro e il servizio civile (73 milioni). Si sommeranno alle risorse per il funzionamento dei centri per l'impiego, per gli incentivi per l'occupazione, agli specifici incentivi per le donne, che sono comunque un tema trasversale ai Por. Ancora, circa il 20% dell'intero Programma, 145 milioni, è destinato ad interventi di inclusione e promozione delle pari opportunità e per la coesione sociale, interventi concepiti per favorire l'occupazione e non meramente assistenziali.

 

 

Condividi
Aggiornato al:
22.10.2015
Article ID:
12175677