Evento Salute

Strategie di prevenzione della violenza su donne e minori

24 febbraio 2022
9.30 - 13.30
Firenze, Palazzo Strozzi Sacrati - Sala Pegaso

Durante la pandemia da Sars-CoV-2, la maggiore difficoltà di accesso alle reti sociali, protettive e ai servizi, ha aumentato il rischio di violenza di genere. 
Questi fattori hanno contribuito a determinare una situazione molto pericolosa per quelle donne che si trovano intrappolate in una relazione maltrattante, aggravando di fatto gli episodi di violenza domestica e delineando una vera e propria “pandemia ombra”.

Ad una primissima fase di diminuzione delle segnalazioni e delle richieste di assistenza, dovuta sia al lock down che alla chiusura fisica di alcuni servizi, è seguita una fase di marcato aumento delle segnalazioni. Molte di queste sono pervenute tramite canali online, sempre rimasti aperti, grazie ad una attenta divulgazione di informazioni sia ad opera di enti, istituzioni e soprattutto della rete dei Centri antiviolenza e del servizio pubblico 1522 (promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità).

Per far fronte al nuovo scenario è necessario considerare strategie alternative di assistenza e supporto alle donne e ai minori vittime di violenza, garantire continuità alle politiche di prevenzione e protezione esistenti e rafforzare la collaborazione con i Centri Anti violenza, nodo centrale delle reti territoriali.
In quest'ottica, l’azione di formazione delle operatrici e degli operatori del SSN, rappresenta una priorità e costituisce la prima importante azione da intraprendere, in collaborazione con i Centri antiviolenza, gli Enti e le Istituzioni presenti nei territori.

Il progetto IpaziaCCM2021, finanziato dal Ministero della Salute-CCM (Centro Nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie) attraverso la formazione di operatrici e operatori di area sanitaria e socio-sanitaria, con particolare riguardo agli effetti del Covid-19, ha l’obiettivo di rafforzare i servizi di assistenza e supporto a donne e minori vittime di violenza.
Ente capofila: Regione Toscana – Azienda USL Toscana Sud Est

Questo evento di presentazione e illustrazione del progetto è rivolto agli operatori sanitari.

Invito ►►

Per partecipare:
L’evento si svolgerà in presenza per un massimo di 50 partecipanti nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19.
Per la partecipazione in presenza è obbligatorio il possesso del Green Pass rafforzato e l’iscrizione online (iscrizioni per partecipazione in presenza esaurite)

Sarà possibile partecipare all’evento anche collegandosi online in diretta streaming 

Per informazioni:
comunicasalute@regione.toscana.it

Programma

Coordina: Emanuela Balocchini – Responsabile Settore Prevenzione Collettiva Regione Toscana

9:30 Apertura dei lavori

  • Eugenio Giani - Presidente Regione Toscana
  • Simone Bezzini, Assessore alla Diritto alla salute e sanità, Regione Toscana

10:15 Presentazione del progetto e del logo

  • Cristina Tamburini – Direttrice Ufficio 9 - Tutela della salute della donna, dei soggetti vulnerabili e contrasto alle diseguaglianze, Direzione generale della prevenzione sanitaria, Ministero della Salute
  • Vittoria Doretti – Coordinatrice scientifica del progetto #IpaziaCCM2021, Azienda USL Toscana Sud Est

11:00 Interventi dell’ente capofila e  partner

  • Azienda USL Toscana Sud Est - Ente capofila
    Antonio D'Urso, Direttore Generale
    - Claudio Pagliara, Referente di Progetto
    Maurizio Masini, Collaboratore di Progetto (Università di Siena)
  • Istituto Superiore di Sanità
    Silvio Brusaferro,  Presidente
    Anna Teresa Palamara, Direttrice del Dipartimento Malattie Infettive
    Anna Colucci, Referente UO 2  Dipartimento Malattie infettive - Unità Operativa Ricerca psico sociocomportamentale, Comunicazione, Formazione
    - Alfonso Mazzaccara, Referente UO 2 Servizio Formazione – Presidenza 
  • INMP - Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti ed il contrasto delle malattie della Povertà
    - Daniele Baldi, Direttore amministrativo 
    - Sonia Viale, Referente di progetto 
  • Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico SVSeD Mangiagalli  
    - Alessandra Kustermann
    Referente di progetto  
  • Azienda Sanitaria Friuli Occidentale
    - Joseph Polimeni, Direttore generale 
    - Fabiana Nascimben, Referente di progetto  
  • USL Umbria 1
    - Gilberto Gentili, Direttore generale   
    - Gioia Calagreti, Referente di progetto  
  • Azienda Sanitaria Locale di Matera
    - Sabrina Pulvirenti, Direttrice 
    - Maria Antonietta Amoroso, Referente Progetto 
  • Azienda Sanitaria Locale della provincia di Lecce
    - Rodolfo Rollo, Direttore Generale 
    - Battista Giovanna De Luca, Referente di progetto     

    13:30 Incontro con la stampa

Il programma potrà subire aggiornamenti ed integrazioni

Aggiornato al:
07.10.2022
Article ID:
95342802