Aggiornamento in: Salute Malattie e cura

Salute e Medicina di Genere

Prendersi cura delle differenze

Condividi

La Medicina di Genere non è una nuova specialità, ma un approccio che studia i meccanismi attraverso i quali le differenze fra uomini e donne, ovvero legate al genere influiscono sullo stato di salute, sull’impatto dei fattori di rischio, sull’insorgenza, sul decorso e sulla prognosi delle malattie, nonché sugli effetti delle terapie. Uomini e donne infatti, pur essendo soggetti alle medesime patologie - come le malattie cardiovascolari, neurodegenerative, autoimmuni, respiratorie, e i tumori -  presentano sintomi, progressione di malattie e risposta ai trattamenti molto diversi tra loro .
Le malattie dell'apparato osteomuscolare e alcune patologie psichiatriche, soprattutto la depressione, colpiscono di più le donne. Gli uomini, invece, sono più colpiti dai traumi. Tra le adolescenti crescono i comportamenti a rischio, come bere e fumare, che sono invece in calo tra i loro coetanei maschi. Diverso è il modo di reagire ai farmaci tra uomini e donne, ma finora i farmaci sono stati testati quasi esclusivamente sugli uomini. Ancora, le donne vivono più a lungo degli uomini, ma si ammalano di più e passano l'ultima parte della vita in condizioni peggiori degli uomini. 
La Medicina di Genere prevede lo sviluppo di una cultura e una presa in carico della persona che tenga presente le differenze non solo sotto l’aspetto anatomo-fisiologico, ma anche biologico-funzionale, psicologico, sociale e culturale, garantendo una maggiore appropriatezza e personalizzazione delle cure.

Conoscere queste differenze tutela la salute di entrambi i sessi.
Informati sulle differenze di genere nelle malattie comuni a uomini e donne ►►
e se hai una patologia parlane con il tuo medico per capirne le specificità.

Guarda il video dell’Istituto superiore di sanità (Iss)
“Uomini e donne sono diversi, l'importante è saperlo” 

La Toscana mette in atto iniziative e azioni per promuovere e diffondere  la salute e la medicina di genere, in linea con le indicazioni nazionali e  internazionali e partecipando a tavoli istituzionali, sia regionali che nazionali, nell’ambito dei percorsi clinici, della ricerca, della formazione e aggiornamento professionale e della comunicazione e informazione.
Il Centro di coordinamento regionale per la salute e la medicina di genere (SMG) promuove e raccorda tutte le iniziative sul tema.

Covid-19 e differenze di genere
Le evidenze raccolte fino ad oggi indicano chiaramente che esistono differenze di sesso e genere importanti nel contesto della pandemia da Covid-19, come emerge sia dalla percentuale dei contagi, sia dal tasso di letalità.
L’ Iss ha segnalato l’importanza di raccogliere e analizzare i dati disaggregati per sesso relativi a incidenza, manifestazioni, risposta alle terapie e outcome dei pazienti Covid-19, come primo passo verso approcci più mirati di prevenzione, diagnosi e cura di questa malattia in base al genere.
Per approfondimenti consulta il sito di Epicentro (curato dall’Iss) 

Contatti:  salutemedicinadigenere@regione.toscana.it

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
15.07.2021
Article ID:
46767609