PSR, revisione delle priorità: agricoltura biologica e recupero aree forestali

La Giunta regionale nella seduta del 27 febbraio ha approvato due importanti provvedimenti riguardanti il Programma di sviluppo rurale (PSR) 2007/2013.

Il primo provvedimento, Delibera di Giunta regionale n. 120 del 27.2.2013, contiene la revisione delle priorità da finanziare (Schema delle priorità allegato A della delibera) per impiegare le risorse derivanti dalle rimodulazioni e dalle economie generatesi nella gestione del PSR 2007/2013.
In tale ambito è stato confermato il sostegno alla prosecuzione per un ulteriore anno (5+1) degli impegni per l'introduzione o mantenimento dell'agricoltura biologica in scadenza nel 2012. Inoltre è stato confermato il finanziamento agli interventi di recupero di aree forestali danneggiate da calamità naturali operato attraverso la misura 226 "Ricostituzione del potenziale produttivo forestale ed interventi preventivi".

In conformità alla DGR n. 120/2013, la Giunta regionale ha modificato (Delibera giunta regionale n. 126 del 27/02/2013) ha approvato una modifica del testo del Documento Attuativo Regionale - (modfiche DAR approvate allegato A della delibera) e del testo del Documento di Attuazione Finanziaria (modifiche DAF approvate allegato B della delibera).
Scarica nuovi testi DAR e DAF: revisione DAR n. 16 e revisione DAF n. 1 del PSR 2007/2013.

Soprattutto è da sottolineare la portata delle modifiche del DAF, riguardanti l'allocazione di alcune somme derivanti da rimodulazioni ed  economie generatesi da dicembre 2012 ad oggi
A seguito della comunicazione da parte di ARTEA della disponibilità di economie per un ammontare complessivo di € 7.803.958, tali fondi sono stati allocati in conformità alle priorità individuate dalla Giunta Regionale:
€ 1.565.000 serviranno a finanziare i circa 280 beneficiari della misura 214, sottomisura a, azione a1 ‘Introduzione o mantenimento dell'agricoltura biologica' che hanno optato per il prolungamento per un anno degli impegni (5+1);
€ 3.798.958 saranno impiegati per la misura 226 "Ricostituzione del potenziale produttivo forestale ed interventi preventivi", così ripartiti:
€ 3.500.000 andranno a integrare il Fondo di riserva destinato a finanziare gli interventi per ripristino di aree forestali danneggiate a seguito di calamità naturali;
€ 299.537 sono destinati a finanziare, attraverso uno specifico bando, progetti di Enti locali destinati principalmente alla prevenzione di danni ad aree forestali.

La restante cifra di € 2.440.000 sarà utilizzata per il pagamento obbligatorio delle domande ammesse ma rimaste scoperte finanziariamente sulla Misura 214 sottomisura b, azione b.1 "Conservazione delle risorse genetiche animali per la salvaguardia della biodiversità", che in questa programmazione 2007/2013 ha registrato un imprevisto successo, raggiungendo ben 318 beneficiari.
 

Aggiornato al:
19.09.2013
Article ID:
630749