Proposta di "Strategia regionale per la cultura e le competenze digitali"

Sono aperte le consultazioni sulla strategia regionale di attuazione del PNRR in ambito di competenze digitali

Condividi
Accrescere i saperi digitali

La digitalizzazione e l’innovazione sono assi fondamentali indicati nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per migliorare radicalmente la competitività dell’economia, la qualità del lavoro, la vita delle persone. Tale impostazione riprende le indicazioni del programma Next Generation EU; gli interventi che si appoggiano sulle tecnologie digitali contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi delineati dall’Agenda digitale Europea e dal Digital Compass per l'Europa del 2030, che, oltre a interventi su infrastrutture digitali, digitalizzazione dei servizi pubblici, trasformazione digitale delle imprese, identifica come quarto punto cardinale le competenze digitali, ponendo come obiettivo al 2030 il raggiungimento da parte dell’80% della popolazione europea di competenze digitali almeno di base.

A livello regionale, l’attuazione di questi interventi si concretizza nella proposta di "Strategia regionale per la cultura e le competenze digitali 2021-2025", che riprende gli obiettivi relativi della Strategia Nazionale per le Competenze Digitali e il Piano Operativo ad essa correlato, pubblicate dalla Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali – a cui la Regione Toscana ha aderito – con il coordinamento del Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Oltre a raccoglierne lo spirito, la proposta di Strategia è allineata alla visione nazionale nella struttura, ripartita in 4 assi analoghi, nelle azioni e linee di intervento, nel modello di governance aperto e multilivello, nell’approccio alla valutazione e al monitoraggio, imperniato sulla distinzione tra dimensioni di impatto (abilitanti ed effettive) e dimensioni di processo o risultato intermedie. 

La Strategia regionale per la cultura e le competenze digitali esprime le azioni connesse al secondo obiettivo "Accrescere i saperi digitali" del Progetto Regionale 1 - Digitalizzazione, semplificazione e innovazione del sistema toscano, contenuto nel DEFR 2022 di Regione Toscana. Ciò significa in ultima istanza garantire i diritti digitali dei cittadini, attraverso interventi di educazione formale e informale, anche di natura sperimentale, che accrescano la capacità della cittadinanza di osservare e comprendere le dinamiche della trasformazione digitale, saper fruire delle opportunità che essa dispiega e non rimanere esclusi, ma anzi essere sempre più protagonisti del cambiamento, anche attraverso un miglior discorso pubblico e la partecipazione civica. Una efficace promozione e garanzia dei diritti digitali dovrà comprendere, insieme agli interventi tecnologici, azioni per le competenze digitali dei cittadini, dei dipendenti pubblici e specialistiche, supportando inoltre l'emergere di nuovi saperi su tutto il territorio, prevedendo.

La proposta di "Strategia regionale per la cultura e competenze digitali" è condivisa online e resterà in consultazione pubblica fino a metà settembre, pronta a recepire osservazioni e integrazioni dalla società civile e dagli enti sul territorio. La Strategia vuole rappresentare una visione d'insieme dei territori e un progetto unitario, così come manifesta il suo percorso di stesura, che ha già visto dispiegarsi un’attività di concerto di tutte le direzioni regionali, che hanno messo a fattor comune i propri strumenti e iniziative al fine di consolidare sinergie e ottimizzare risorse. L’attesa è che su questo lavoro collegiale, in un’ottica di governo aperto all’ascolto dei bisogni e delle aspirazioni dei territori, si innesti la loro collaborazione per una riuscita efficace e inclusiva delle iniziative.

Osservazioni e  commenti possono essere inviati a digcomp@regione.toscana.it
 

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
25.07.2022
Article ID:
118442223