Procedura per il riconoscimento della qualifica di museo ed ecomuseo di rilevanza regionale - anno 2019

Condividi

Dal 1 al 31 marzo 2019 sono aperti i termini per la presentazione delle istanze per il riconoscimento della qualifica di museo ed ecomuseo di rilevanza regionale ai sensi degli artt. 20 e 21 della legge regionale n. 21 del 25 febbraio 2010 "Testo Unico delle disposizioni in materia di beni, istituti e attività culturali".
 
Per l'annualità 2019 la modulistica da utilizzare è:
corredata dalle presenti Informazioni sulla procedura.
 
L'istanza ed il modulo specifico (per Museo o per Ecomuseo) dovranno essere compilati esclusivamente sulla modulistica messa a disposizione dalla Regione Toscana.
 
Una volta compilata l'istanza ed il modulo specifico, i file dovranno essere convertiti in .pdf e quindi essere firmati digitalmente.
Essi, una volta firmati e corredati da TUTTI gli allegati espressamente richiesti nella modulistica stessa (fra cui eventualmente copia del documento di identità per l'autocertificazione dei dati), dovranno essere inviati esclusivamente per via telematica [pec] e dovranno pervenire, pena esclusione, a partire dal 1 marzo ed entro le ore 24.00 del 31 marzo 2019 (farà fede la data di consegna).
 
L'invio della PEC dovrà avvenire secondo le seguenti modalità:
 
Soggetti pubblici
La trasmissione per via telematica avviene esclusivamente con una delle seguenti modalità alternative:
  • trasmissione tramite protocollo interoperabile, per le amministrazioni pubbliche attive sul sistema InterPRO;
  • trasmissione tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) dell'Ente all'indirizzo PEC istituzionale di Regione Toscana, regionetoscana@postacert.toscana.it, per le amministrazioni pubbliche toscane non ancora attive sul sistema InterPRO.
Il campo oggetto dovrà obbligatoriamente riportare la dicitura "Settore Patrimonio culturale - Riconoscimento musei 2019".
 
Ai fini della scadenza dei termini, fa fede la data di consegna della domanda che risulta dalla notifica di "consegnato" rilasciata dal sistema InterPRO o dalla "ricevuta di avvenuta consegna" della PEC.
 
I mittenti sono tenuti a verificare l'effettiva ricezione da parte di Regione Toscana attraverso le ricevute di consegna sopra descritte rilasciate dai sistemi telematici: l'assenza di tali ricevute indica che la comunicazione non è stata presa in consegna dai sistemi regionali.
I mittenti che hanno inviato la domanda tramite protocollo interoperabile sono in grado di verificare anche l'avvenuta protocollazione della comunicazione da parte di Regione Toscana.
 
Soggetti privati 
La trasmissione per via telematica avviene esclusivamente con una delle seguenti modalità alternative:
  • trasmissione tramite interfaccia web denominata Apaci attraverso la registrazione al sito http://www.regione.toscana.it/apaci, selezionando come Ente pubblico destinatario "Regione Toscana-Giunta";
  • trasmissione tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo di posta elettronica certificata istituzionale di Regione Toscana regionetoscana@postacert.toscana.it;
Il campo oggetto dovrà obbligatoriamente riportare la dicitura "Riconoscimento musei 2019 - Settore Patrimonio culturale".
 
La domanda deve essere in formato pdf e dovrà essere firmata con una delle seguenti modalità:
a) firmata digitalmente per i soggetti privati che ne siano in possesso e che intendano avvalersene;
b) con firma autografa su carta, in forma estesa e leggibile, e non soggetta ad autenticazione, successivamente scansionata e accompagnata da scansione del documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.
 
Ai fini della scadenza dei termini, fa fede la data di consegna della domanda che risulta nello stato "ricevuta" di Apaci o nella "ricevuta di avvenuta consegna" della PEC. 
 
I mittenti sono tenuti a verificare l'effettiva ricezione da parte di Regione Toscana attraverso le ricevute di consegna sopra descritte rilasciate dai sistemi telematici: l'assenza di tali ricevute indica che la comunicazione non è stata presa in consegna dai sistemi regionali.
I mittenti che hanno inviato la domanda Apaci sono in grado di verificare anche l'avvenuta protocollazione della comunicazione da parte di Regione Toscana.
 
A tutela del richiedente, si consiglia la segnalazione dell'invio effettuato e della ricevuta di avvenuta partenza della Posta Certificata (eventualmente allegando la stessa documentazione inviata via Posta Certificata), per normale e-mail all'indirizzo:
 
Ciò metterà in condizione il Settore Patrimonio culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria di avere avviso preventivo della presentazione di istanza, e di sollecitare l'attribuzione delle spedizioni per Posta Certificata da parte dell'Ufficio Protocollo centralizzato ed unico della Regione Toscana. 
 
NON saranno accolte domande compilate diversamente dalla modulistica allegata.
 
La DATA E' PERENTORIA, si segnala che DOPO la data indicata NON saranno accolte integrazioni alle domande presentate.
  • Non saranno considerate valide e di conseguenza non sono ammissibili le domande presentate in forma diversa da quelle stabilite dal presente avviso;
  • non dovrà procedersi all'inoltro dell'istanza anche in forma cartacea;
  • l'invio della domanda deve avvenire, a partire dal 1 marzo, entro le ore 24.00 del 31 marzo 2019;
  • il Settore Patrimonio culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria non assume alcuna responsabilità in merito al ritardato ricevimento dell'istanza, per eventuali disguidi imputabili al richiedente o a terzi, al caso fortuito o di forza maggiore. 
 
Informazioni utili
 
Legge e Regolamento
 
Testi utili
 
Contatti:
 
Maurizio Martinelli tel. 055 4382602
 
Barbara De Biasi tel. 055 4384018
 
Attilio Tori tel. 055 4382652
 
Claudia Baroncini tel. 055 4386982