Piombino riparte con Jindal

Firmata al Mise la cessione dello stabilimento Aferpi agli indiani di Jindal, in parallelo siglato anche l'accordo fra le istituzioni per seguire l'andameno della reindustrializzazione e la riconversione ecologica del polo industriale.

Con l'atto del passaggio di proprietà l'occupazione di oltre 2000 addetti - confermata da Rebrab-Cevital, che per questo ringraziamo - passa automaticamente a Jindal.

Non ci sarà subito il reimpiego di tutti i lavoratori. Si inizierà con 435 lavoratori ai laminatoi a settembre, cresceranno a 600, conteggiando anche gli impieghi per le demolizioni, fino a 1500 con l'allestimento degli impianti di produzione dell'acciaio.

Per questo chiediamo al governo la protezione sociale della cassa integrazione. L'accordo alla fine prevede il riassorbimento di tutti i lavoratori.  
 

APPROFONDIMENTI

  • "Piombino riparte. Torneremo a produrre acciaio" - Intervento del presidente Enrico Rossi (comunicato stampa del 24/07/2018) ►►


SERVIZI VIDEO

 

Aggiornato al:
26.07.2018
Article ID:
15526077