Parco di Pinocchio

Condividi
Comune: Pescia
Località: Collodi
Sito internet: www.pinocchio.it


Il Parco di Pinocchio sorge a Collodi, paese dove Carlo Lorenzini, l'autore delle Avventure di Pinocchio, trascorse la fanciullezza ed in seguito trasse il suo pseudonimo. Realizzato tra il 1956 ed il 1987 come parco tematico per l'educazione dell'infanzia, non è il consueto parco di divertimenti, ma piuttosto un luogo in cui si ha la sensazione di ripercorrere una fiaba vivente all'interno di un percorso scandito da connubio tra arte e natura. Nel 1951, settantesimo anniversario della pubblicazione della prima puntata della fiaba di Pinocchio, l'amministrazione comunale decise di realizzare il parco. Per le opere di scultura e per il progetto del parco fu indetto un concorso nazionale al quale parteciparono ottantaquattro scultori. La vittoria andò ex aequo a Emilio Greco per la scultura Pinocchio e la Fata e a Venturino Venturi per la Piazzetta dei Mosaici, il progetto fu affidato agli architetti Renato Baldi e Lionello De Luigi. Fu così che nel 1956 fu inaugurato il Villaggio di Pinocchio. Con il passare degli anni il Parco si è arricchito di nuove realizzazioni. Nel 1963 fu inaugurata l'Osteria del Gambero Rosso, opera dell'architetto Giovanni Michelucci. Nel 1972 fu realizzato il Paese dei Balocchi, progettato da Pietro Porcinai e Marco Zanuso, completato da ventuno sculture in bronzo di Pietro Consagra, che rappresentano i personaggi, le situazioni e gli ambienti della fiaba. Nel 1986 fu aggiunto il Laboratorio delle Parole e delle Figure, da uno schizzo dell'architetto Giovanni Michelucci, spazio dove vengono realizzate mostre sull'illustrazione per l'infanzia e laboratori didattici.

 

The Pinocchio Park is located at Collodi, the small town where Carlo Lorenzini, who wrote Italy's best known children's story Le Avventure di Pinocchio, spent his childhood, later using the name of the town as his own pseudonym. Laid out between 1956 and 1987 as a theme park for children, it is quite different in concept from the traditional amusement park, in that it is designed to give young visitors the impression of being part of an animated fairy tale in a setting that blends art and nature. The local authorities had the original idea for the park in 1951, to mark the seventieth anniversary of the publication of the first episode of the Pinocchio story. A national competition was launched for the park and the sculptures it was to contain, and eighty-four sculptors took part. It was won jointly by Emilio Greco (for the "Pinocchio And The Fairy" sculpture), and Venturino Venturi for the Mosaic Plaza. The winning entry for the design of the park was by Renato Baldi and Lionello De Luigi. The Villaggio di Pinocchio eventually opened in 1956. Over the years, new features have been added to the park. In 1963 a restaurant called the "Osteria del Gambero Rosso", designed by architect Giovanni Michelucci, opened. 1972 saw the arrival of the Paese dei Balocchi (Toytown), designed by Pietro Porcinai and Marco Zanuso, together with twenty-one bronze sculptures by Pietro Consagra, representing the story's characters, events and settings. In 1986 the so-called "Words and Pictures Workshop" was added, based on a sketch by Giovanni Michelucci; here educational sessions and exhibitions of children's illustrations are held. 

Aggiornato al:
27.05.2016
Article ID:
11587958
Interessa a: