Palazzo Medici Riccardi

Condividi
Comune: Firenze
Via: via Cavour,1

L'antica "casa" fiorentina di Cosimo il Vecchio dei Medici, progettata da Michelozzo, è stata la residenza principale dei Medici fino a Cosimo I (1537) che per motivi di sicurezza si trasferì a Palazzo Vecchio. La Famiglia Riccardi lo acquistò nella seconda metà del '600, ampliando il prospetto su via Larga (l'attuale Via Cavour). Nel 1814, il palazzo divenne proprietà dalla famiglia reale Lorena che lo destinò ad uffici amministrativi. Ai tempi di Firenze capitale d'Italia occupò un ruolo di primo piano in quanto fu sede del Ministro degli Interni. Nel 1871 fu acquisito dal comune di Firenze che, dopo lunghi lavori di adeguamento lo destinò agli uffici amministrativi, oggi è sede degli uffici della Prefettura e della Provincia di Firenze, inoltre ospita spesso mostre d'arte. Al primo piano si accede alla Cappella dei Magi famosa per i celebri affreschi di Benozzo Gozzoli, questi sono stati oggetto di un lungo e impegnativo lavoro di restauro che li ha restituiti nel loro grande splendore. Da via dei Ginori un imponente portale fa da ingresso ai locali riservati alla Biblioteca Riccardiana intitolata al collezionista Riccardo Riccardi amante di manoscritti e libri su Firenze. Il giardino recinto, tipico del palazzo di città, di forma quadrangolare è racchiuso da alte mura con una grande apertura ad arco su via Ginori. Restaurato agli inizi del XX secolo, questo è ripartito in quattro aiuole quadrate, simmetricamente disposte sul lato nord verso la fontana a muro di Ercole, con un percorso centrale segnato da quattro statue e vasi di agrumi .

 

The ancient Florentine "home" of Cosimo the Elder Medici, designed by Michelozzo, was the main residence of the Medici up to the time of Cosimo I (1537) who, for reasons of safety, moved to Palazzo Vecchio. The Riccardi family bought the residence in the second half of the 17th century, extending the front on Via Larga (present-day Via Cavour). In 1814, the palace became the property of the Lorraine royal family, who used it for administrative purposes. The palace played a major role during the period when Florence was the capital of Italy, since it was used as the headquarters of the Interior Ministry. In 1871 it was bought by the City of Florence which carried out extensive refurbishment work to turn it into administrative offices. Today it is used by the Florence Prefecture and Provincial Authorities, and art exhibitions are often held there. The Magi Chapel on the first floor was built by Cosimo the Elder in around 1444, to a design by Michelozzo di Bartolomeo. The chapel is famous in particular for the celebrated frescoes of Benozzo Gozzoli, which have recently been restored to their former glory. An imposing portal on Via dei Ginori forms the entrance to the Biblioteca Riccardiana, the library dedicated to Riccardo Riccardi, a passionate collector of manuscripts and books about Florence. The quadrangular enclosed garden, a typical feature of palaces in the city, is surrounded by high walls with a large opening on Via Ginori. Restored at the beginning of the 20th century, it was divided into four smaller square flower beds, symmetrically arranged on the northern side near the wall fountain of Hercules, with a central path marked out by four statues and potted citrus trees.

Aggiornato al:
08.10.2018
Article ID:
11584621
Interessa a: