Palazzo di Monte

Condividi
Comune: Monte San Savino
Località: Corso San Gallo, 28

 

L'edificio, commissionato del cardinale Antonio Di Monte (1461-1533), fu costruito da Antonio da Sangallo il Vecchio tra il 1515 e il 1517. Per poter costruire il suo palazzo il cardinale aveva acquistato nel 1512 i terreni dalla Comunità di Monte San Savino in prossimità della "Ruga Maestra" (oggi Corso Sangallo). La sobria facciata del palazzo, rivestita a piano terra a bugnato in pietra serena e caratterizzata dalle belle finestre con lesene ioniche e frontone triangolare al piano superiore , riflette nella sua compostezza lo stile di Raffaello. La parte retrostante, che si affaccia su un grazioso giardino pensile costruito sopra una cisterna per raccogliere le acque, fu realizzata in seguito dal nipote del cardinale Antonio, Giovanni Maria di Monte (1487-1555). Il progetto fu affidato a Nanni di Baccio Bigio, il quale animò la facciata tergale con una loggia trifora e fece rivestire gli angoli di un solido e largo bugnato. All'interno dell'edificio si può ammirare: nell'attuale Sala Consiliare, una elegante porta cinquecentesca intagliata di Fra Giovanni da Verona, e nel corridoio al primo piano una piccola galleria di ritratti di personaggi illustri di Monte San Savino e di membri delle famiglie regnanti di Toscana. Dopo l'estinzione della famiglia Di Monte, l'edificio passò in eredità ai Galletti che lo tennero fino al 1824, poi fu adibito a Tribunale ed in seguito divenne sede del Municipio.

 

This building, commissioned by cardinal Antonio Di Monte (1461-1533), was built by Antonio da Sangallo the Elder between 1515 and 1517. In 1512, the cardinal had purchased land from the Community of Monte San Savino near the so-called "Ruga Maestra" (present-day Corso San Gallo), on which to erect his palace. The sober façade of the building, with serena stone rustication on the ground floor and fine windows with Ionic pilaster strips and a triangular pediment above, reflects the style of Raphael in its composure. The rear, which faces onto a charming hanging garden built over a water collection tank, was built at a later stage by cardinal Antonio's nephew, Giovanni Maria di Monte (1487-1555). Nanni di Baccio Bigio was commissioned to design the building. The architect enlivened the façade with a three-part loggia and had the corners clad in solid, broad rusticated stone. The interior has a number of interesting features. What is now the Council Chamber has an elegant 16th-century carved door by Fra Giovanni da Verona, and on the first-floor corridor, a small portrait gallery displays paintings of illustrious personages from Monte San Savino and of members of ruling Tuscan families. When the Di Monte family line died out, the building was inherited by the Galletti family, who kept it until 1824. It was then used as a Court of Law before becoming the Town Hall building.

Aggiornato al:
26.04.2016
Article ID:
11579688
Interessa a: