Finanziamenti per la formazione dei detenuti delle carceri toscane

Bando rivolto a un singolo soggetto oppure da una associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS), per progetti formativi rivolti ad adulti detenuti presso gli Istituti penitenziari toscani con una pena definitiva residua minima di un anno, inattivi/disoccupati o impegnati all’interno della struttura detentiva, Presentazione progetti entro il 31 luglio 2020


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

27 maggio 2020

Data di scadenza presentazione domande

31 luglio 2020

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 7073 del 8 maggiko 2020 ha approvato l’avviso pubblico per il finanziamento di progetti formativi rivolti a soggetti in stato di detenzione negli Istituti penitenziari toscani (link al bando e ai suoi allegati) al fine di contribuire al loro recupero e al reinserimento socio-lavorativo.

Finalità. Perseguendo l’obiettivo istituzionale di garanzia e sviluppo della coesione sociale nonché di ridurre  criticità e costi sociali alle comunità di appartenenza causati dalle recidive, la Regione Toscana  promuove la  realizzazione di percorsi formativi finalizzati al rilascio di Certificazioni delle Competenze  o attestazioni di frequenza, rivolti ai soggetti in stato di detenzione (con pena residua minima di 1 anno) che per un loro inserimento/reinserimento lavorativo necessitano di azioni formative per ridurre il divario tra le competenze richieste dalle imprese  e quelle possedute al fine di renderli protagonisti attivi del loro percorso di reinserimento socio-lavorativo.

Destinatari del bando (soggetti ammessi alla presentazione dei progetti). I progetti possono essere presentati ed attuati da un singolo soggetto oppure da una associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato; in quest’ultimo caso i soggetti attuatori devono dichiarare l’intenzione di costituire l’associazione ed indicare il capofila sin dal momento della presentazione del progetto.
Per la realizzazione dei progetti è necessario che il soggetto attuatore di attività formative (sia il soggetto capofila, sia i soggetti partner) sia in regola con la normativa toscana sull’accreditamento per la formazione
Al fine dell’ammissibilità formale dei progetti è dovuta l’adesione alla realizzazione del progetto formativo presso la loro sede da parte degli Istituti Penitenziari coinvolti, da formalizzare mediante apposita dichiarazione .

Destinatari degli interventi formativi.  Persone adulte, in stato di detenzione presso gli Istituti Penitenziari toscani con una pena definitiva residua minima di 1 anno, inattive/disoccupate o impegnate all’interno della struttura detentiva in attività lavorative coerenti al/ai percorso/i formativo/i proposto/i.

Scadenza e presentazione della domanda. I progetti possono essere presentati al “Settore Programmazione in materia di formazione continua, territoriale e a domanda individuale. Interventi gestionali per gli ambiti territoriali di Grosseto e Livorno” a partire dal giorno 28 maggio 2020 (giorno successivo alla data di pubblicazione sul Burt) e devono pervenire entro e non oltre le ore 23:59 del giorno 31 luglio 2020.
La domanda (e la documentazione allegata prevista dall’avviso pubblico) deve essere trasmessa tramite l’applicazione “Formulario di presentazione dei progetti FSE on line” previa registrazione al Sistema Informativo FSE all’indirizzo https://web.rete.toscana.it/fse3 .
Si accede al Sistema Informativo FSE con l’utilizzo di una Carta nazionale dei servizi-Cns attivata (di solito quella presente sulla Carta sanitaria elettronica Cse della Regione Toscana) oppure con credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale), per il cui rilascio si possono seguire le indicazioni della pagina. E’ possibile, inoltre, accedere al Sistema informativo FSE anche attraverso la Carta d’Identità elettronica.
Se un soggetto non è registrato è necessario compilare la sezione "Inserimento dati per richiesta accesso" accessibile direttamente al primo accesso al suindicato indirizzo web del Sistema Informativo.
E’ dovuto il pagamento del bollo (euro 16,00) attraverso le seguenti modalità:
1) tramite IRIS all'indirizzo https://iris.rete.toscana.it/public/elencoTributi.jsf;
2) tramite l'acquisto della marca da bollo ed apposizione sulla domanda di candidatura (allegato 1 del bando)

Massimali di contribuzione. Ogni progetto può avere un contributo pubblico massimo pari ad € 30.000,00. I costi eccedenti il massimale saranno a carico del soggetto attuatore.

Corsi di formazione ammissibili
a) Certificazione delle competenze aventi ad oggetto una o più Aree di attività (Ada) del Repertorio Regionale delle Figure Professionali: in questo caso la progettazione degli interventi di formazione deve essere pienamente coerente con quanto stabilito dalla delibera di giunta regionale 988 del 29 luglio 2019 che approva dil Disciplinare per l'attuazione del Sistema Regionale delle Competenze previsto dal Regolamento di esecuzione della legge regionale 32/2002”.
b) Attestato di frequenza .

Gli interventi formativi, devono essere progettati sulla base

  • del fabbisogno formativo
  • il numero e tipo di utenti coinvolti, e
  • la messa a disposizioni dei locali (possibili sedi di svolgimento delle attività formative, inclusa attività di project work/ attività di stage là dove previsto da normativa in materia), individuati dalle direzioni degli Istituti penitenziari in accordo con il Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria Toscana-Umbria.

Dotazione finanziaria. Il bando ha un budget finanziario di 200 mila euro sul bilancio regionale annualità 2021-2022.

Approvazione graduatoria.  I progetti saranno sottoposti ad un’istruttoria di ammissibilità secondo i criteri indicati all’art. 9 dell’avviso pubblico.
Le domande ammissibili sono sottoposte a successiva valutazione tecnica secondo i criteri indicati all’art. 10 dell’avviso pubblico.
Al termine della valutazione verrà redatta la graduatoria dei progetti selezionati in ordine decrescente di punteggio, sulla base dei punteggi complessivi da essi conseguiti. Verrà finanziato il progetto con il punteggio più alto.
In caso di parità di punteggio complessivo, viene finanziato il progetto che ha conseguito il maggior punteggio sul criterio "qualità progettuale" ed in caso di ulteriore parità, il progetto che ha conseguito il maggior punteggio sul criterio “Priorità” così individuate:

  • a) utilizzo di metodologie formative personalizzate finalizzate all’acquisizione di competenze pratiche facilmente spendibili nel mondo del lavoro
  • b) presenza di collaborazioni con enti/associazioni operanti nel settore dello svantaggio e del sociale, aventi esperienza specifica nella formazione di tale target particolare di utenza
  • c) percorsi formativi aventi prevalenza di utenza (oltre 50%) entro il 29° anno di età.

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il bando e i suoi allegati:

Avviso pubblico (allegato A decreto 7073/2020)

Documenti da allegare al formulario online sulla predetta piattaforma web compilati, firmati e scansionati: allegati del bando da 1 a 4 (allegati 1, 3 e 4 sono disponibili anche in file editabile per la compilazione digitale):

Domanda e dichiarazioni (allegato 1 del decreto) - scarica file editabile .doc
◦ 1.a Domanda
◦ 1.b. Dichiarazione di intenti
◦ 1.c. Dichiarazione di affidabilità giuridico-economico-finanziaria
◦ 1.d. Dichiarazione di attività delegata
◦ 1.e Dichiarazione relativa alla realizzazione di corsi Fad (formazione a distanza) e prodotti didattici multimediali e
scheda catalografica (in caso di interventi di formazione)
◦ 1.f dichiarazione di adesione dell’Istituto Penitenziario partecipante

Istruzioni per la compilazione e presentazione online del formulario progetto(allegato 2)

Formulario descrittivo progetti di formazione (allegato 3) - scarica file editabile .doc

Modello simulazione scheda preventivo costi diretti e indiretti (max 40%) sui costi diretti di personale (allegato 4) - scarica file editabile .xls

Schema tipo di convenzione per la realizzazione del progetto (allegato 5)
 

Per saperne di più scrivere a formazioneterritoriale@regione.toscana.it


ALF

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
22.05.2020
Article ID:
25037240