Decreto legge Semplificazioni e appalti: indicazioni per applicare le nuove disposizioni

Indirizzi alle Regioni e Province autonome per applicare le novità del decreto legge tese a semplificare l'affidamento e l'esecuzione degli appalti per infrastrutture e servizi pubblici

Il decreto legge 76 del 16 luglio 2020 "Misure  urgenti  per  la  semplificazione  e l’innovazione digitale", così come convertito con legge di conversione 120/2020, ha introdotto numerose novità in materia di contratti pubblici, finalizzate a semplificare le procedure di affidamento e di esecuzione degli appalti per incentivare gli investimenti nel  settore  delle  infrastrutture  e  dei  servizi  pubblici,  per  fronteggiare  le  ricadute economiche negative a seguito delle misure di contenimento dell’emergenza covid-19.

Si  tratta  di  disposizioni  molto  impattanti,  spesso  di  non  chiara  interpretazione  e  che intervengono, peraltro, in un quadro normativo stratificato e già complesso.

Per questo la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha ritenuto necessario provvedere alla redazione di indirizzi operativi volti a coadiuvare le Regioni e le Province autonome nell’applicazione di tali norme ed a renderne quanto più possibile uniforme l’applicazione nel territorio nazionale.

L'obiettivo di questi indirizzi è cercare di evitare disomogeneità  e  dubbi  interpretativi  che  potrebbero  renderne  difficile l'osservanza.

Il documento è strutturato in paragrafi contenti indicazioni in ordine agli aspetti di più difficile applicazione. Ogni tematica è accompagnata da un’analisi volta ad evidenziare le  criticità  applicative/interpretative,  le  ragioni  logico-giuridiche  sottese  alle  linee d’indirizzo nonché alcuni schemi riepilogativi:

Aggiornato al:
22.12.2020
Article ID:
33928712