Collegio consultivo tecnico: prime indicazioni alle stazioni appaltanti

Un supporto operativo per le amministrazioni e stazioni appaltanti delle Regioni e delle Province autonome ai fini della nomina di membri e presidente del "Collegio consultivo tecnico" istituito all'articolo l'articolo 6 del decreto legge 76/2020 (decreto Semplificazioni).

L’articolo  6  comma  1  del  decreto legge 76/2020 "Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale" (cosiddetto decreto legge Semplificazioni), convertito  in  legge 120/2020  prevede la costituzione obbligatoria del Collegio consultivo tecnico “fino al 31 dicembre 2021 per i lavori diretti alla realizzazione delle opere pubbliche di importo pari o superiore alle soglie di cui all’art. 35 del D.Lgs. 50/2016”.

La norma assume rilievo in quanto la sua applicazione è riferita non solo agli
appalti di lavori di opere pubbliche che verranno affidati dalla data di entrata in vigore
della legge 120/2020 ma anche con riferimento ai contratti in corso.

È utile pertanto individuare un ambito oggettivo di applicazione dell’istituto al fine di
fornire  indicazioni  puntuali  alle  stazioni  appaltanti  delle Regioni  e  delle  Province autonome.

Il documento Prime indicazioni per la nomina dei componenti e del presidente del Collegio consultivo tecnico ex articolo 6 dek decreto legge 76/2020 è stato elaborato proprio con l’intento di fornire un supporto operativo con prime indicazioni alle amministrazioni e stazioni appaltanti delle Regioni e delle Province autonome per la gestione e l’applicazione dell’articolo 6 del decreto legge 76/2020:

Aggiornato al:
22.12.2020
Article ID:
33866823