Chiostri di Santa Croce

Condividi
Comune: Firenze
Piazza: Santa Croce, 16

 

Il bellissimo chiostro trecentesco che introduce alla Cappella de' Pazzi, si trova sul lato destro della facciata della Basilica di Santa Croce . Questo era originariamente composto da due chiostri distinti che si ritrovano chiaramente nella pianta attuale, formata da un recinto rettangolare sovrapposto ad uno quadrato. Sul lato destro della facciata si trova una rientranza dove una serie di cipressi circonda le statue di Dio Padre seduto di Baccio Bandinelli e quella del guerriero bronzeo di Henry Moore. Il percorso prosegue con la visita dei locali del maestoso Refettorio trecentesco dove sono posti importanti esempi di arte sacra tra i quali spicca lo splendido Crocefisso del Cimabue quasi distrutto dall'alluvione del 1966 e totalmente restaurato. Intorno alla Basilica si sviluppano, oltre un secondo chiostro a partitura quadrata con pozzo centrale, una serie di antichi orti ricchi di alberi (con alcuni splendidi esemplari di bagolari, cedri dell'Atlante e dell'Himalaia), oggi aree di pertinenza delle scuole Pestalozzi e Vittorio Veneto, della Biblioteca Nazionale e della Scuola del Cuoio.

 

The beautiful 14th-century cloister to the right of the basilica of Santa Croce, which leads into the Cappella de' Pazzi, one of the most important works of Italian Renaissance architecture, was begun in 1443 by Filippo Brunelleschi and completed in 1461. This cloister was originally in two separate parts, an arrangement that can be clearly seen in the layout as it now appears: a rectangular enclosure with a square one over it. On the right-hand side of the façade is a recess with a series of cypresses encircling two statues: a seated God the Father by Baccio Bandinelli and a Bronze Warrior by Henry Moore. Around the basilica, beyond a second square cloister with a central well, is a series of ancient gardens filled with trees (including some splendid specimens of hackberry and Atlantic and Himalayan Cedar), now belonging to the Pestalozzi and Vittorio Veneto schools, the National Library and the School of Leather and Hide.

Aggiornato al:
27.05.2016
Article ID:
11583876
Interessa a: