Salta al contenuto Salta al menu'

Por Fse 2014-2020, formazione strategica: cinque bandi per cinque filiere

Formazione strategica, Programma operativo del Fondo sociale europeo 2014-2020, Giovanisì

Por Fse 2014-2020, formazione strategica: cinque bandi per cinque filiere

Pubblicati gli elenchi dei progetti ammessi a valutazione tecnica. Le filiere produttive interessate: Agribusiness, Carta, Marmo, Meccanica e Energia, Turismo e Cultura. I progetti formativi dovranno integrare: percorsi per la creazioine di impresa e per il lavoro autonomo sia per a giovani fino a 29 anni disoccupati sia per persone oltre i 30 anni, percorsi per il conseguimento di qualifiche per l'inserimento lavorativo, interventi per occupati lavoratori e imprenditori. Domande solo online entro il 30 novembre 2016.

mercoledì, 31 agosto 2016 08:40
mercoledì, 30 novembre 2016 23:59
Non specificato

 

La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 7981 del 29 luglio 2016 ha approvato e pubblicato cinque avvisi pubblici (bandi) per la concessione di finanziamenti - ex art. 17 "Modalità di attuazione dell'offerta di formazione professionale" comma 1 lett. a) della legge regionale n. 32/2002 - per la realizzazione di progetti di formazione professionale  in altrettante filiere produttive:

Graduatorie dei bandi  vai a >>> elenchi dei progetti ammessi alla valutazione tecnica e non ammessi e graduatorie
 

L'intervento regionale "multifiliera",  cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fse 2014-2020, e che rientra nel progetto Giovanisì, fa riferimento agli ambiti regionali economici ed occupazionali a maggiore valore aggiunto, individuati dalla Regione (delibera  di  Giunta  regionale  n.  449  del  7  aprile  2015 in attuazione dello stresso Por Fse 2014-2020), sui quali concentrare gli interventi e le risorse finanziarie della formazione strategica, per rafforzare il suo legame all'economia e alla produzione, e fornire quindi possibilità di sviluppo durevoli in Toscana.

Scadenza e presentazione domande. Le domande possono essere presentate solo per via telematica (via pec, via InterPRO o via Apaci vedi articolo 7 dei bandi) al settore "Programmazione Formazione Strategica e Istruzione e Formazione Tecnica Superiore" della Regione Toscana, entro e non oltre il 30 novembre  2016. A tal fine fa fede la data e l'orario di consegna della  domanda  che  risulta  nello  stato  "ricevuta"  di  Apaci  o  nella  "ricevuta di avvenuta consegna" della pec o nella notifica di "consegnato" rilasciata dal sistema InterPRO.

I progetti ammissibili. Sono ammissibili alla valutazione i soli progetti che prevedono la presentazione integrata di tutte le seguenti tipologie di formazione:

1. Formazione per l'inserimento lavorativo (qualifiche) – destinatari: inattivi, inoccupati, disoccupati;
2. Percorsi e servizi integrati (orientamento,  formazione,  consulenza)  per la creazione di impresa e lavoro autonomo – destinatari:  giovani fino a 29 anni inattivi, inoccupati, disoccupati;
3.  Percorsi  e  servizi  integrati  (orientamento,  formazione,  consulenza)  per la creazione di impresa e lavoro autonomo – destinatari: inattivi, inoccupati, disoccupati, donne, immigrati oltre i 30 anni;
4.  Interventi  di formazione a favore degli occupati lavoratori e imprenditori

Ciascun progetto dovrà essere sviluppato su una delle macroaree della filiera prescelta::

  • bando formazione strategica filiera Agribusiness (allegato A del decreto 7981/2016) sviluppato per cinque macroaree di intervento: Agricoltura,  Acquacoltura  e  pesca,  Agroalimentare,  Zootecnia  e  Silvicoltura. Ciacuna macroarea si  sviluppa in sottofiliere, dalla produzione, alla trasformazione e alla commercializzazione dei prodotti, fino a  comprendere  tutta  una  serie  di  attività  e  di  servizi  connessi  a  queste  fasi,  quali  la  ricerca  e  lo  sviluppo  dei  prodotti,  la  fabbricazione,  la  manutenzione  e  la  riparazione  dei  macchinari  industriali,  la  logistica  di  filiera  e  i  servizi turistici e di web marketing;
     
  • bando formazione strategica filiera Carta (allegato B) sviluppato per due macroaree di intervento: Fabbricazione di pasta-carta, carta e cartone e Fabbricazione di articoli in carta e cartone, Ciascuna macroarea è suddivisa in sottofiliere che  includono,  oltre  alle  attività  di  produzione  cartaria,  quelle  relative  alla  progettazione  e  realizzazione  di  macchinari  e  impianti  dedicati (meccanica di filiera) nonché alla loro installazione, manutenzione e controllo, le attività di ricerca, sviluppo e innovazione, quelle di commercializzazione e web marketing e i servizi specializzati e trasversali;
     
  • bando formazione strategica filiera Marmo (allegato C) sviluppato per due macroaree di intervento: Attività connesse all'estrazione e Attività connesse  alla  lavorazione  industriale  e  artistica. Le due macroaree comprendono diverse  sottofiliere produttive;
     
  • bando formazione strategica Meccanica ed Energia (allegato D) sviluppatpo per cinque macroaree di intervento: Meccanica ed energia, Meccanica strumentale, Meccanica dei trasporti, Meccanica e Meccatronica e Meccanica di  precisione, al  cui  interno si  sviluppano  diverse  sottofiliere  produttive,  o  fasi  di  processo;


Destinatari dei bandi. I progetti possono essere presentati e devono essere attuati da un'Associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI / ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato, composta obbligatoriamente dai seguenti soggetti:

a) almeno  una  agenzia  formativa  accreditata  ai  sensi  della  delibera Giunta regionale 968/2007 e successive modifiche e integrazioni o  che  si  impegna  ad  accreditarsi entro la data di avvio delle attività;

b) una o più imprese aventi un'unità produttiva nel  territorio regionale o altro soggetto espressione di categorie economiche e il cui ambito di operatività sia coerente con la macroarea prescelta. Tali soggetti non sono tenuti all'accreditamento e  possono  partecipare  all'attuazione  dei  progetti  quali  partner  per  attività  di  progettazione,  oltre che per la realizzazione delle attività di stage previste dal progetto. Essi non possono essere intestatari di quote di finanziamento, fatta eccezione per l'azione 4 "Interventi di formazione a favore degli occupati (lavoratori e imprenditori), in particolare nell'area R&S e innovazione tecnologica".

c) possono partecipare, all'interno del partenariato, anche di istituti di istruzione superiore
nonché di Università
aventi sede nel territorio regionale, i quali abbiano almeno un indirizzo coerente con la macroarea prescelta, così come le Fondazioni ITS aventi sede nel territorio regionale e che siano coerenti con la filiera dell'avviso. In tal caso, qualora i predetti istituti, Università e Fondazioni ITS non risultino accreditati, dovranno provvedere secondo quanto previsto all'art. 12.1, pena la non concessione del finanziamento.

Tutti i proponenti devono avere sede e/o un'unità produttiva in Toscana.

Dotazione finanziaria.  Per l'attuazione dell'intervento multifiliera che cofinanzia progetti formativi integrati è disponibile la cifra complessiva di 21.603.980,13 euro così ripartita per filiera:
- fliera Agribusiness 2.010.283,53 euro;
- filiera Carta 1.844.184,76 euro;
- filiera Marmo  1.675.643,37 euro;
- filiera Meccanica ed Energia 6.028.407,92 euro;
- fileira Turismo e Cultura 10.045.460,55 euro.

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmentre iI bandi (allegati A,B,C,D,E al decreto n. 7981/2016)  e la documentazione da presentare (modulistica, con file editabili .doc per compilazione):
 

Domande poste frequentemente: scarica le FAQ aggiornate al 29 novembre 2016

Per saperne di più scrivere a  formazionestrategica@regione.toscana.it

Regione Toscana

Ultima modifica: 27/04/2017 16:17:05 - Id: 13628760
  • Condividi
  • Condividi