Salta al contenuto Salta al menu'

Por Fse 2014-2020, contributi alla formazione professionale per l'occupazione

Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse)

Por Fse 2014-2020, contributi alla formazione professionale per l'occupazione

Online le graduatorie del bando regionale da 3,5 milioni rivolto agli organismi formativi, per sostenere la formazione di specifiche qualifiche e figure professionali richieste dal mondo produttivo e dagli operatori economici. Che contribuisce ad aumentare l'occupabilità di persone disoccupate o inattive residenti o domiciliate in Toscana, destinatari finali di questo intervento pubblico. Presentazione dei progetti dei corsi professionalizzanti e dei percorsi di formazione obbligatoria dal 25 agosto fino alle ore 13 del 15 ottobre 2016. Valutazione degli esiti occupazionali dei corsi realizzati.

sabato, 15 ottobre 2016 13:00
Non specificato



La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 6858 del 20 luglio 2016 ha approvato e pubblicato il bando per la concessione di finanziamenti di progetti di formazione per l'inserimento lavorativo, in particolare a livello territoriale e a carattere ricorrente (allegato 1 del decreto) a favore di persone maggiorenni disoccupate, inoccupate, inattive iscritte a uno dei Centro per l'Impiego della Regione Toscana, e residenti o domiciliate in un comune della Toscana.  Il bando vuole essere una risposta alla necessità di calibrare gli interventi di formazione in base alla particolarità dei territori per fare fronte alla richiesta di risorse umane professionalizzate da parte dei settori produttivi della nostra regione.
Il bando regionale, cofinanziato dal Programma operativo del Fondo sociale europeo 2014-2020, fa riferimento all'articolo 15 "Formazione professionale" comma 2 della lettera b) della legge regionale n. 32/20012 "Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro".
La Regione ha stabilito le caratteristiche fondamentali del bando con la delibera n. 585 del 21 giugno 2016

Con decreto n. 9763 del 27 settembre la Regione ha modificato l'allegato 1 "Ammissibilità e valutazione dei progetti" del bando: scarica Ammissibilità e valutazione progetti file aggiornato


Graduatorie del bando >>> progetti finanziati e progetti non finanziabili


Finalità. Sostenere, con un contributo finanziario destinato agli organismi formativi, la realizzazione di progetti di formazione professionale, in risposta ai fabbisogni occupazionali del sistema produttivo toscano, capaci di indurre l'effettiva occupazione degli allievi formati.

Destinatari (potenziali beneficiari dei contributi). I progetti di formazione professioanlizzante o  di formazione obbligatoria posssono essere presentati ed attuati da un singolo Organismo formativo oppure da una Associazione temporanea di imprese (ATI) o di scopo (ATS).

Destinatari degli interventi di formazione. La formazione territoriale sostenuta dal bando è a favore di persone maggiorenni disoccupate, inoccupate, inattive iscritte a uno dei Centro per l'Impiego della Regione Toscana, ai sensi della normativa vigente, e residenti o domiciliati in un comune della regione Toscana; se cittadini non comunitari dovranno essere in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attivita lavorativa.

Scadenza e modalità di presentazione delle domande. I progetti di formazione possono essere presentati solo per via telematica a partire dal 25 agosto (il giorno successivo alla pubblicato del bando sul Burt) fino e non oltre le ore 13:00 del 15 ottobre 2016, o via protocollo web Ap@ci, o via posta elettronica certificata (pec) all'indirizzo regionetoscana@postacert.toscana.it al settore "Gestione Rendicontazione e Controlli per gli ambiti territoriali di Grosseto e Livorno" della Regione Toscana. La scadenza iniziale del bando era il 30 settembre - ore 13, poi prorogata alle 13:00 del 15 ottobre con decreto dirigenziale n. 7729 del 12 agosto 2016.
Consulta le Modalita di presentazione telematica delle domande (allegato 4 del bando)

Interventi ammissibili. Il bando cofinanzia progetti che prevedono la realizzazione delle seguenti tipologie di attività:

a) percorsi professionalizzanti riferiti al Repertorio regionale delle figure professionali, di cui alla DGR 32/09 e s.m.i., in riferimento a:

  • corsi finalizzati al rilascio di Qualifica professionale;
  • percorsi finalizzati alla Certificazione delle Competenze aventi ad oggetto una o piu Aree di Attività (AdA);

b) percorsi di formazione obbligatoria riferiti al Repertorio regionale dei profili professionali, di cui alla delibera regionale n. 532/2009 e successive modifiche9 che approva il "Disciplinare per l`attuazione del sistema regionale delle competenze previsto dal Regolamento di esecuzione della legge regionale n. 32/2002" e successive modifiche e integrazioni ", nonchè coerenti con le disposizioni della delibera di Giunta regionale n. 449/2015 che approva gli Indirizzi relativi alla formazione professionale per l'anno 2015 ai sensi dell'articolo 15 della legge regionale n. 32/2002, relativi esclusivamente a:

  • formazione obbligatoria per responsabile tecnico dell'attivita di panificazione
  • formazione obbligatoria per responsabile tecnico di tintolavanderia.

I progetti devono contenere esplicitamente:
a) identificazione dell'area geografica territoriale a cui si rivolge il progetto;
b) dettagliata indicazione dei potenziali sbocchi occupazionali, sia in termini qualitativi che quantitativi, riferita all'area geografica individuata;
c) individuazione delle aziende del territorio indicato nel progetto, che si rendono, in modo formale,
disponibili ad accogliere i destinatari
del percorso formativo.

Tipo di incentivo. L'impegno  e  l'erogazione  dei contributi finanziari sono  subordinati  al  rispetto  dei  vincoli  derivanti dalle norme in materia di pareggio di bilancio, nonché dalle disposizioni operative stabilite dalla Giunta regionale in materia. Il settore "Gestione, Rendicontazione e Controlli per gli ambiti territoriali di Grosseto e Livorno" della Regione Toscana si riserva  la  possibilità  di  sospendere o  revocare  l'avviso  entro  la  data  di  approvazione  delle  graduatorie  e  di adozione  dell'impegno  di  spesa,  secondo  le  disposizioni  regionali  relative  al  rispetto  dei  vincoli  derivanti dalle norme in materia di pareggio di bilancio.

L'erogazione del contributo avviene secondo il seguente meccanismo:

  • sulla base delle ore di formazione erogate,  fino  al  90%  del  costo del progetto e  10%  riconoscibile  pro  quota  sulla  base  delle  ore  di formazione  erogate  (a  conclusione  del  progetto)  e  degli  allievi  formati,  purché  sia  rispettata  la condizionalità  legata  agli  esiti  occupazionali.
  • gli  esiti  occupazionali  vengono  misurati  in  relazione al rapporto formati / qualificati e occupati con contratto a tempo indeterminato, determinato di almeno 6 mesi, apprendistato, forme di autoimprenditorialità (effettivo avvio dell'attività / subentro / rilevamento aziendale) entro 6 mesi dalla fine del percorso formativo (come indicato all'art. 11 del bando).


Massimali di contribuzione e parametri di costo
A. Parametri di costo. Il sistema di rendicontazione è a costi standard con applicazione delle Unità di costo standard regionali di  cui  alla  delibera di Giunta n. 240/2011 "Por Fse 2007-2013 Reg (CE) 396/2009. Approvazione documento descrittivo della metodologia di semplificazione".  L'Unità  di  costo  standard  da  prendere  a  riferimento  è  la  020  "Formazione finalizzata al reinserimento lavorativo". Le ore di stage e FAD (formazione a distanza) non devono essere conteggiate nell'applicazione dei costi standard (vedi la formula per calcolare il costo del progetto a preventivo all'articolo 4 del bando)




B. Scheda preventivo. Il costo totale previsto del progetto deve essere quantificato in un'apposita "scheda preventivo", allegato 6 del bando, attraverso l'applicazione delle unità di costo standard disposte dalla delibera di Giunta n. 240/2011

Domande e risposte:  scarica le FAQ aggiornate al 12 ottobre 2016

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda e il progetto, consultare integralmente il bando e i suoi allegati:

Per saperne di più scrivere a: elisabetta.barbini@regione.toscana.it
miria.fazzi@regione.toscana.it.


Anna Luisa Freschi

Regione Toscana

Ultima modifica: 27/04/2017 16:20:03 - Id: 13600006
  • Condividi
  • Condividi