Salta al contenuto Salta al menu'

Por Creo Fesr 2007-2013, nuovo bando del Fondo di garanzia turismo e commercio

Linea di intervento 1.4 b3

Por Creo Fesr 2007-2013, nuovo bando del Fondo di garanzia turismo e commercio

Al via dall'1 ottobre la nuova edizione, migliorata, del bando per garanzie su finanziamenti per investimenti delle micro, piccole e medie imprese, in attivi materiali ed immateriali, fino all'80% dell'esposizione - per capitale e interessi contrattuali e di mora - del soggetto finanziatore nei confronti dell'impresa beneficiaria.

giovedì, 30 giugno 2016 23:59
Non specificato


La Regione Toscana, con decreto dirigenziale n. 4207 del 21 settembre, ha approvato e pubblicato il bando "Sostegno agli investimenti dei settori  turismo e commercio", rinnovando la volontà di sostenere, attraverso la concessione di garanzie su finanziamenti per programmi di sviluppo aziendale e di acquisizione di attivi di uno stabilimento, la competitività delle imprese ed in particolare lo sviluppo e il rafforzamento patrimoniale delle imprese, nonché l'incremento della loro capacità di innovazione. Il bando, attuato nell'ambito della linea di intervento 1.4b3 del Por Creo Fesr 2007-2013 e sostenuto dal Fondo di garanzia per settori del turismo, commercio e altri servizi (il cui Regolamento costituisce il bando stesso) con una dotazione finanziaria inziale di 3 milioni, oltre a garantire di fatto la prosecuzione del bando uscito nel dicembre 2014 scaduto il 30 settembre 2015, introduce importanti novità:

  • possono presentare domande anche le imprese che hanno subito revoche nei tre anni precedenti per mancato rispetto del piano di rientro in caso di aiuti rimborsabili;
  • tra i soggetti finanziatori sono inseriti anche gli intermediari finanziari iscritti nell'Elenco speciale ex art. 106 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, come novellato dal decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, limitatamente alle operazioni di microcredito.
  • l'impresa, nella fase di istruttoria di concessione della garanzia, può richiedere una banca finanziatrice diversa da quella indicata nella domanda iniziale.
  • le imprese ubicate nelle aree di crisi (delibera di Giunta regionale 199/2015 e s.m.i.): Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo – Suvereto (polo siderurgico di Piombino) e Sassetta; Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo; Comuni della Provincia di Massa-Carrara.


Finalità. Il bando ha lo scopo di agevolare la realizzazione di programmi di investimento di
a) sviluppo aziendale: programmi di investimento in attivi materiali e/o immateriali per installare
un nuovo stabilimento, ampliare uno stabilimento esistente;
b) acquisizione di attivi di uno stabilimento, se connessi all'attuazione di un piano di crescita dell'attività dell'impresa.

Destinatari. Possono presentare domanda le micro, piccole e medie Imprese (Pmi) di cui alla Raccomandazione 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2002 e all'allegato I del Reg. (UE) n. 651/2014, anche di nuova costituzione (ossia iscritte alla Camera di Commercio da non oltre 24 mesi dalla data di presentazione della domanda di garanzia), regolarmente iscritte al registro delle imprese, che esercitano come prevalente, nell'unità locale che realizza il programma di investimento, un'attività economica che rientra  tra le seguenti della classificazione Atezo Istat 2007:
G - Commercio all'ingrosso e al dettaglio,  con  esclusione  dei  seguenti  codici:  45.11.02, 45.19.02, 45.2 , 45.31.02, 45.40.12, 45.40.22, 45.40.3, 45.40.30, 46.1
H – Trasporto e magazzinaggio, limitatamente alle categorie 49.39.01, 52.22.0 e 52.22.09
I - Attività di alloggio e ristorazione
J  – Servizi di informazione e comunicazione,  ad  esclusione  delle  divisioni  61,  62  e  63 (quest'ultima ammissibile solo limitatamente al gruppo 63.91)
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche, limitatamente  ai  gruppi 71.11,  73.11, 74.2, 74.3
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente alle divisioni 77.21.02, 77.22, 79, 82.3
P - Istruzione, limitatamente al gruppo 85.52
R- Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
S – Altre attività di servizi, limitatamente alla classe 96.04.20

Scadenza e presentazione domanda: esclusivamente online a partire dalle ore 9:00 dell' 1 ottobre fino al 30 giugno 2016. La Regione Toscana si riserva di sospendere la presentazione delle domande in caso di esaurimento della dotazione del fondo. La  domanda deve essere presentata online sul sito di Toscanamuove (soggetto gestore del bando) www.toscanamuove.it previa registrazione sul sito stesso (richiesta di credenziali di accesso: nome utente e password),  per poter poi inserire la domanda nell'area "Accesso utenti registrati".

Soggetti finanziatori. Sono ammessi i seguenti soggetti finanziatori aderenti al vigente Protocollo d'intesa Regione-Banche-Soggetto gestore.
a) le banche iscritte all'Albo di cui all'articolo 13 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385
 e successive modifiche e integrazioni;
b) gli intermediari finanziari iscritti nell'Elenco speciale di cui all'articolo 107 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 , come novellato dal decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141;
c) gli intermediari finanziari iscritti nell'Elenco generale di cui all'art. 106 del decreto legislativo 1 settembre 1993,  n.  385,  come  novellato dal decreto legislativo 13 agosto 2010,  n. 141,  limitatamente  alle operazioni di microcredito;
d) le Società di gestione del risparmio (Sgr) di cui al decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 che svolgono in via esclusiva l'attività di promozione e di gestione dei fondi comuni di investimento mobiliari chiusi e le Società di gestione armonizzate con sede  legale  e  direzione  generale  in  uno  Stato  membro  dell'Unione  Europea  diverso  dall'Italia, autorizzate,  ai  sensi  della  direttiva  in  materia  di  organismi  di  investimento  collettivo,  a  prestare  il servizio di gestione collettiva del risparmio, limitatamente alle operazioni di "minibond".
Le garanzie non potranno essere rilasciate dal fondo a fronte di finanziamenti concessi dallo stesso soggetto gestore e/o da altri soggetti appartenenti al suo gruppo bancario di cui agli articoli 60 - 64 del D.Lgs. 385/93. Per le garanzie rilasciate in violazione del suddetto principio non saranno riconosciute le relative perdite a carico del fondo.
L'elenco dei soggetti finanziatori è disponibile sul sito www.toscanamuove.it

Tipo di agevolazione.  La  garanzia  - diretta,  esplicita,  incondizionata  e  irrevocabile  ed  escutibile  a  prima  richiesta  - è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore all'80% dell'importo di  ciascun  finanziamento.  Nei  limiti  di  tale  importo, la  garanzia  rilasciata  copre  fino  all'80% dell'ammontare  dell'esposizione - per capitale e interessi contrattuali  e di mora – del  soggetto finanziatore nei confronti dell'impresa beneficiaria, calcolato al 60° giorno successivo alla data di intimazione di pagamento.
L'importo  massimo  garantito  è  fissato  in  1.200.000 euro  per  singola  impresa,  e in 1.800.000 euro per gruppi di imprese,  tenuto conto dell'esposizione residua alla data  di presentazione della domanda di garanzia. In ogni caso l'importo massimo garantito in favore di una singola impresa o gruppo non potrà mai superare il 25% dell'importo del fondo di garanzia al netto delle perdite liquidate.
La garanzia deve essere richiesta per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori.
La garanzia è rilasciata senza oneri o spese a carico dell'impresa richiedente l'agevolazione. Sui  finanziamenti  garantiti  il  soggetto  finanziatore  non  può  acquisire  garanzie  reali,  bancarie  e
assicurative.

Interventi ammissibili. Sono ammissibili i programmi di investimento da effettuare esclusivamente nel territorio della Toscana successivamente alla data di presentazione della richiesta di garanzia finalizzati a:

  • Sviluppo aziendale: il fondo supporta programmi di investimento in attivi materiali e/o immateriali per installare un nuovo stabilimento o ampliare uno stabilimento esistente.
  • Acquisizione di attivi appartenenti  ad uno stabilimento che sia stato chiuso  o che sarebbe  stato chiuso senza tale acquisizione, a condizione che
    - sia  connesso all'attuazione di un piano di crescita dell'attività dell'impresa e gli attivi vengano acquistati da investitori indipendenti., ossia soggetti che non abbiano rapporti di  parentela  entro  il  secondo  grado  con  il  titolare  e/o  il  legale  rappresentante dell'impresa;
    - l'operazione avvenga  a condizioni di mercato.

Spese ammissibili. Sono  ammesse  le seguenti  operazioni  finanziarie finalizzate ad investimenti:
- finanziamenti;
- operazioni di locazione finanziaria;
- emissioni di obbligazioni ("mini bond").
L'importo massimo per singolo finanziamento è paria 1.500.000 euro. I finanziamenti di importo pari o inferiore a 25.000 euro sono considerati "operazioni di microcredito". Tale importo è da intendersi come limite massimo per singola impresa.
Le operazioni finanziarie devono avere una durata non inferiore a 60 mesi e non superiore a 120  mesi, comprensivo di un eventuale preammortamento massimo di 12 mesi. La durata del finanziamento può essere incrementata di un eventuale preammortamento tecnico massimo di 6 mesi.

Per conoscere tutti i dettagli necessari per partecipare al bando consultare il testo integrale del bando.

Soggetto gestore del bando. L'attività istruttoria regionale di competenza del settore "Disciplina, politiche incentivi del commercio e attività  terziarie  della  direzione  è  svolta  anche  avvalendosi  del  Raggruppamento  Temporaneo  di  Imprese  "Toscana Muove"  costituito  tra  Fidi  Toscana  S.p.A,  Artigiancredito  Toscano  s.c  e  Artigiancassa  S.p.A,  quale "soggetto gestore" individuato con decreto dirigenziale  n. 5725 del 20.12.201.

Per saperne di più. Informazione relativa al bando e agli adempimenti ad esso connessi può essere richiesta all'indirizzo del soggetto gestore del bando: info@toscanamuove.it. E' disponbile anche l'assistenza telefonica, al numero verde 800327723 operativo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 17.30.

Bandi analoghi "Fondo di garanzia" per altri settori


ALF

Regione Toscana

Ultima modifica: 24/11/2015 18:35:47 - Id: 12851091
  • Condividi
  • Condividi