Valutazione ambientale strategica del Programma regionale Fesr 2021-2027

Il percorso di programmazione FesrR, per il periodo 2021-2027, prende le mosse dagli orientamenti strategici individuati nel Quadro Strategico Regionale per uno sviluppo sostenibile ed equo che, approvato con Delibera GR n. 78/2020, definisce le principali sfide da affrontare in campo economico, ambientale e socio-demografico. Successivamente alla Comunicazione del Presidente Eugenio Giani sulla programmazione europea 2021-2027 alla Giunta Regionale del 19 aprile 2021, è stata avviata la fase preliminare della Valutazione ambientale strategica - VAS, che si è svolta tra il 25 maggio e il 7 luglio 2021.

Gli orientamenti strategici, anche in ragione del nuovo contesto determinato dall’emergenza Covid 19, sono stati aggiornati e ulteriormente specificati con decisione di giunta 38 del 26 luglio 2021, che approva le Principali linee strategiche e priorità d'intervento della nuova programmazione europea 2021-2027

Con la stessa decisione, la giunta impegna gli uffici competenti a proseguire nell’elaborazione dei programmi e nel confronto tecnico con il livello nazionale ed europeo e l'Autorità di gestione del Por Fesr a proseguire con le procedure di consultazione previste dalla Vas.

Successivamente, e tenendo conto delle osservazioni pervenute dai soggetti competenti in materia ambientale (Scs) nella fase preliminare, l’Autorità di gestione ha lavorato alla redazione del Rapporto ambientale, a cura di Irpet, e alla definizione della Sintesi non tecnica che, insieme alla Prima proposta di Programma regionale Fesr 2021-2027 Toscana, sono stati oggetto della fase di consultazione.

Il Nucleo unificato regionale di valutazione (Nurv), in qualità di autorità competente per la Vas, sulla base dei contributi pervenuti da parte degli Sca, ha predisposto il proprio parere.

La prima proposta di Programma è stata successivamente modificata, in coerenza con la decisione di giunta 2 del 17 gennaio 2022 e a seguito del confronto informale con i servizi della Commissione Europea e della notifica della proposta di Accordo di Partenariato Italia. Si è arrivati così all’approvazione della Proposta di programma, approvata con delibera di giunta 367 del 6 aprile 2022.

Considerate le modifiche intervenute, l’Autorità di Gestione FesrR ha ritenuto di procedere con una nuova verifica di assoggettabilità. Il procedimento si è concluso con il provvedimento di verifica del 6 aprile 2022, con cui il Nurv, verificata la natura “minore” delle modifiche inserite, ha escluso la necessità di sottoporre nuovamente la proposta di Programma a Vas.

A chiusura del procedimento, l’Autorità di gestione ha redatto la Dichiarazione di sintesi, con cui dà conto del processo decisionale seguito, delle modalità con cui le considerazioni ambientali sono state integrate nel Programma e di come ha tenuto conto del rapporto ambientale, delle risultanze delle consultazioni e del parere motivato.

Condividi
Aggiornato al:
25.05.2022
Article ID:
75597758