Salta al contenuto Salta al menu'

Beni architettonici

Villa Bernardini

Villa Bernardini

Comune: Lucca
Località: Vicopelago
Via: di Vicopelago, 573/a
Sito internet: www.villabernardini.it

 

La villa, risalente al 1615, come risulta da una iscrizione posta sull'architrave del portale d'ingresso al salone, apparteneva alla famiglia Bernardini. Caratterizzata della tipica forma a parallelepipedo, con portico a piano terra, e raggruppamento delle tre finestre centrali, la rende simile a tante altre ville della lucchesia. Al suo interno conserva ancora tutto l'arredamento originario commissionato dalla famiglia e stratificatosi nel tempo che trasmette il fascino del "Vivere in Villa" dei secoli passati rendendola molto apprezzata ed unica nel suo genere quale Villa Museo. Nel giardino, che circonda l'edificio, a cui si giunge dopo aver attraversato il lungo viale d'accesso si possono identificare tre zone. La prima, antistante alla villa, realizzata in tempi recenti, è un prato di forma semi-ovale circondato da due vialetti in ghiaia, che conducono al portico. La seconda posta lateralmente e racchiusa da un muro, è arredata da una vasca circolare circondata da statue e panche, ombreggiate con essenze pregiate. La terza, sul retro della villa, risale ai primi anni del Settecento. Qui è stato sfruttato il naturale avvallamento del terreno per creare un vero e proprio anfiteatro terrazzato, e piantato con basse e folte siepi di bosso di forma geometrica. Numerose figure sferiche, ottenute con il modellamento del bosso stesso, ornano il teatro assicurando una buona acustica. In questo "teatro di verzura", che può contenere fino a cento persone, si tengono ancora concerti.


The villa, built in 1615 (as an inscription on the architrave over the doorway leading into the main hall confirms) belonged to the Bernardini family. Typically rectangular in shape, it has a ground-floor portico and a group of three central windows, and as such is similar to many other villas in the Lucca area. Inside are still the original furnishings commissioned by the family down the ages, and which convey a sense of what "villa life" must have been like in centuries past. In this respect the property ranks as an important and indeed unique "Villa Museum". The garden surrounding the building, which is reached after passing along the long entrance drive, divides into three areas. The first, at the front of the villa, was laid out recently in the form of a semi-oval lawn surrounded by two gravel paths leading to the portico. The second, situated to the side of the villa and enclosed by a wall, has a circular pool surrounded by statues and benches in the shade of beautiful trees. The third garden, at the back of the building, dates back to the early 18th century. It exploits the natural subsidence of the site to create a terraced amphitheatre, planted with low, dense box hedges in geometrical patterns. Numerous spherical forms cut out of the box hedge adorn the theatre, and ensure good acoustics. This teatro di verzura, as these open-air garden theatres were then known, can seat an audience of one hundred, and is still used for concerts. 


Ultima modifica: 27/05/2016 17:00:15 - Id: 11585226