Salta al contenuto Salta al menu'

Energia

In Primo Piano

Certificazione energetica in Toscana

Certificazione energetica degli edifici: ecco le regole vigenti in Toscana

Piano ambientale ed energetico

Il Paer è lo strumento per la programmazione ambientale ed energetica della Regione Toscana. Questi gli obiettivi e i documenti.

Conferenze dei Servizi

Pubblicati qui gli ultimi avvisi di convocazione

Controlli sugli impianti termici

Gli "impianti termici" sono gli impianti per il riscaldamento o il condizionamento dei nostri immobili

Trasmissione alla Regione di copia dell'attestato di prestazione energetica

Trasmissione alla Regione di copia dell'attestato di prestazione energetica

Il paragrafo 7 delle Linee Guida Nazionali 2015 prevede che sia trasmessa alla Regione copia dell'attestato in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio, e nei quindici giorni successivi il soggetto certificatore procede alla consegna dell'APE al richiedente.
Quindi, in attesa di ulteriori disposizioni, copia del certificato firmato deve essere inviato a Regione Toscana come file:

  • tramite il portale Apaci-Regione Toscana (modalità preferibile: fornisce al certificatore la protocollazione dell'APE, vedi sotto), collegandosi al sito http://www.regione.toscana.it/apaci; per l'invio del documento a Regione Toscana, si deve selezionare come Ente destinatario - Regione Toscana Giunta. Per maggiori dettagli consultare l'allegato

  • o inviato, tramite una casella PEC, all'indirizzo di posta certificata della Regione: regionetoscana@postacert.toscana.it

Il mittente per sapere se la comunicazione è stata correttamente inviata e ricevuta, dovrà:

  • in caso di utilizzo del sistema Apaci: verificare su Apaci che la comunicazione sia nello stato "Ricevuta";

  • in caso di utilizzo di PEC: essere in possesso della ricevuta di avvenuta consegna sulla propria casella PEC.

Apaci inoltre comunica al mittente anche il numero di protocollo che viene assegnato al documento inviato a Regione Toscana.

 

Il certificato, oltre all'identificazione chiara dell'immobile interessato e dei relativi dati, dovrà:

a) essere contenuto esclusivamente all'interno di un solo file, ad esempio pdf

b) il file nominato con una stringa contenente le seguenti informazioni:
Data di invio del certificato (anno, mese, giorno) - Codice fiscale del certificatore - Numero progressivo del certificato (sarà lo 001 se è il primo attestato che il certificatore redige in Toscana nell'anno in corso). La stringa sarà quindi così composta:
AAAA_MM_GG-CODICE FISCALE-NUMERO PROGRESSIVO dell'anno in corso

c) il file in questione dovrà essere completo di firma digitale del o dei professionisti che lo hanno emesso
Per coloro che, ad oggi, siano sprovvisti di firma digitale, saranno accettati altri formati, in cui siano comunque sempre presenti e riconoscibili la firma e il timbro professionale dei professionisti (ad es. un cartaceo firmato e scannerizzato come pdf) + la scannerizzazione completa della carta identità degli stessi professionisti.


Scarica l'informativa per la privacy


Ultima modifica: 05/01/2017 15:09:42 - Id: 63860
  • Condividi
  • Condividi