Salta al contenuto Salta al menu'

Pari opportunità

In Primo Piano

Contrasto alla violenza di genere

Contributi da destinarsi all'istituzione di Centri antiviolenza e Case rifugio, nuovi e già esistenti.

Violenza di genere

Normativa, atti regionali, pubblicazioni e interventi sulla violenza di genere in Toscana

Contattare il settore Politiche di genere

Gli uffici di riferimento della Regione Toscana per la promozione delle Politiche di genere. Gli uffici hanno sede in Palazzo Cerretani in Piazza dell'Unità d'Italia 1, 50123 Firenze.

I siti web dei centri antiviolenza

Centri in possesso dei requisiti di cui alla Intesa del 27 novembre 2014, così come attestato dalle Province al 31 dicembre 2015

Cittadinanza di genere - gli interventi normativi

Cittadinanza di genere - gli interventi normativi

La Regione Toscana dichiara, nel preambolo alla L.R. 16 del 2 aprile 2009, che intende rimuovere ogni ostacolo che impedisca il pieno raggiungimento della parità di genere nell'ambito sociale, culturale ed economico.
A tal fine la suddetta legge vuole mettere in campo un coerente insieme di interventi dedicati a conciliare i tempi di vita ed i tempi di lavoro.
Il primo Piano regionale per la parità di genere, attuativo della citata legge n. 16, è stato predisposto per il biennio 2009-2010.
Nella seduta del Consiglio regionale del 21 febbraio 2012 è stato approvato il nuovo Piano regionale per la cittadinanza di genere 2012-2015, che viene riportato in questa pubblicazione insieme al testo della legge di riferimento ed allo stato di attuazione del precedente piano.

Cittadinanza di genere:

Legge regionale n. 16, 2 aprile 2009, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 11, parte prima, del 06.04.2009;

Piano regionale per la cittadinanza di genere 2012-2015: Delibera consiliare 21 febbraio 2012, n.16 pubblicata sul supplemento n. 40 del Bollettino Ufficiale n. 10, parte seconda, del 07.03.2012


Ultima modifica: 18/12/2014 16:04:46 - Id: 175132