Salta al contenuto Salta al menu'

1940-1944 Firenze in guerra

La grande mostra

1940-1944 Firenze in guerra

Palazzo Medici Riccardi fino al 6 gennaio 2015

Palazzo Medici Riccardi
tutti i giorni 10.00 - 18.00 (mercoledì chiuso)

Rondo' di Bacco, Palazzo Pitti
tutti i ven 15.00-17.30 / sab/dom. ore 11.00-17.30

Ingresso libero

Gli anni della guerra e della liberazione a Firenze raccontati attraverso immagini inedite, una mostra che invita tutti a condividere i propri ricordi per salvare la memoria.

Nel 70° anniversario della liberazione, grazie al sostegno della Regione Toscana, l'Istituto Storico della Resistenza in Toscana (ISRT) presenta la grande mostra 1940-1944 FIRENZE IN GUERRA, da giovedì 23 ottobre, ore 17.00 (Palazzo Medici Riccardi) fino al 6 gennaio.
Il percorso espositivo si snoda fra Palazzo Medici Riccardi e il Rondò di Bacco, Palazzo Pitti: immagini inedite, documenti, oggetti, voci, filmati animano l'esposizione  che intreccia storie individuali ed esperienze collettive.
La mostra, curata da Valeria Galimi e Francesca Cavarocchi, racconta i primi anni di guerra, che trasformarono progressivamente la vita quotidiana dei fiorentini, fino ai decisivi mesi dell'occupazione tedesca, della violenza diffusa, ma anche della solidarietà e della resistenza.

Tutti i fine settimana al Rondò di Bacco, nel complesso monumentale di Palazzo Pitti: un film sonoro e la serie completa delle fotografie inedite scattate dall'architetto Nello Baroni permettono di calarsi nell'esperienza dei "giorni dell'emergenza", quando migliaia di fiorentini furono costretti a lasciare le case del centro storico per rifugiarsi nelle sale di Palazzo Pitti.
Grazie a un impianto audio immersivo, il pubblico è calato per 20 minuti in questo universo sonoro, al buio, in un'atmosfera che richiama quella di un rifugio anti-aereo. "Ognuno - dicono gli autori – è chiamato all'ascolto e stimolato a costruire il proprio personale film delle vicende, costruendo con l'immaginazione le immagini mancanti".

Il progetto espositivo, ideato dagli architetti Giacomo Pirazzoli e Francesco Collotti, include numerose fotografie inedite provenienti dall'Archivio Foto Locchi, la storica azienda fiorentina che vanta un patrimonio di circa 5 milioni di immagini del '900.

L'ISRT, da sempre impegnato nella raccolta di documenti e interviste, lancia un appello alla città e chiama tutti coloro che hanno foto, ricordi, diari a condividerli.
In occasione della mostra viene infatti attivato anche a Firenze il progetto MEMORY SHARING, portato avanti dai registi Filippo Macelloni e Lorenzo Garzella con l'associazione "Acquario della Memoria". Multimediale, attuale come è l'ultima frontiera dell'open data, il progetto intende raccogliere documenti, foto, ricordi, testimonianze personali sugli anni della guerra a Firenze, immettendoli in rete, per condividerli e consegnarli alla memoria delle prossime generazioni. Per partecipare basta portare i propri ricordi al punto di raccolta presente alla mostra o connettersi a www.firenzeinguerra.com.

Tante le attività che ruoteranno intorno all'esposizione: laboratori con le scuole, itinerari tematici e passeggiate armati di tablet e smartphone, dove saranno i luoghi della città a raccontare la loro storia attraverso una app che rende visibili immagini d'epoca in tempo reale.
 

Per informazioni, visite guidate e attività didattiche
tel. 055 284296 (lun/ven ore 10.00-15.00)
isrt@istoresistenzatoscana.it

www.istoresistenzatoscana.it

 www.firenzeinguerra.com


Ultima modifica: 23/12/2014 11:11:29 - Id: 12012409
  • Condividi
  • Condividi