Partecipa al Censimento Istat dell’agricoltura

Il censimento è iniziato il 7 gennaio 2021. Online le FAQ sul censimento, l'opuscolo e la locandina (5 febbraio 2020). Sono circa 80 mila le aziende agricole che, dal prossimo 7 gennaio 2021, saranno rilevate in Toscana ai fini del 7° Censimento generale dell’agricoltura, l’ultimo a cadenza decennale al quale seguiranno solo rilevazioni continue e campionarie (censimenti permanenti), realizzato dall'Istituto nazionale di statistica (Istat).

Il  7° Censimento generale dell'agricoltura prende avvio il 7 gennaio per concludersi il 30 giugno 2021. Il censimento è rivolto alle aziende agricole, così come definite dal Regolamento (UE) 2018/1091 del Parlamento europeo e del consiglio:

  • E’ azienda agricola la “singola unità tecnico-economica soggetta a una gestione unitaria che svolge, come attività primaria o secondaria, attività agricole ai sensi del Regolamento (CE) n. 1893/2006, appartenenti ai gruppi A.01.1, A.01.2, A.01.3, A.01.4, A.01.5, oppure «attività di mantenimento dei terreni agricoli in buone condizioni agronomiche e ambientali» appartenenti al gruppo A.01.6, nel territorio economico dell'Unione
    Per quanto riguarda le attività della classe A.01.49, sono comprese solo le attività di «allevamento di animali semidomestici o altri animali vivi» (a eccezione dell'allevamento di insetti) e «apicoltura e produzione di miele e di cera d'api»”.

In evidenza: sono online le FAQ, l'opuscolo Tutto quello che c'è da sapere, la locandina Come devo fare chi può aiutarmi (5 febbraio 2021)

Sono le aziende a detenere le informazioni richieste dal questionario Istat e anche da loro dipende la buona riuscita del Censimento, per un’informazione esaustiva e di qualità.

All’integrazione delle informazioni censuarie, concorre il Censimento sulle proprietà collettive, che sarà effettuato direttamente da Regione Toscana così come indicato nel Piano regionale di censimento (Prc).

Perché è importante rispondere al censimento

Il contributo di coloro che rispndono ai quesiti del censimento (rilevazione censuaria) è fondamentale: le informazioni, fornite direttamente dalle aziende, permettono di delineare un quadro informativo completo sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico a livello nazionale, regionale e locale.


I principali indicatori aiutano la politica e le istituzioni a conoscere, con maggior precisione, l'attuale posizionamento del settore ed orientare, di conseguenza, le politiche di intervento.

La rilevazione consente, inoltre, l’aggiornamento e la validazione del Registro statistico delle aziende agricole, realizzato da Istat mediante integrazione di basi dati amministrative, e di assolvere agli obblighi imposti a livello europeo dal "Regolamento (UE) 2018/1091 relativo  alle  statistiche integrate  sulle  aziende agricole e che abroga i regolamenti (CE) n. 1166/2008 e (UE) n. 1337/2011" che ha disposto disposto di effettuare il Censimento a tutti gli Stati membri, indicandone le modalità di svolgimento e sottolineandone l'obbligatorietà.


Come si risponde al questionario: procedura online ed intervista telefonica

Al censimento si risponde mediante compilazione del questionario Istat che raccoglie informazioni su:

  • struttura aziendale
  • ubicazione dei terreni
  • consistenza degli allevamenti
  • manodopera e attività annesse
  • stato economico dell’azienda, con riferimento all’annata agraria 2019-2020.

Le aziende rispondenti provvedono alla compilazione del questionario online, in autonomia, collegandosi al sito Istat dedicato, attraverso il link che Istat fornisce nella lettera informativa. Parallelamente, la raccolta dei dati avviene mediante intervista telefonica e, solo in alcuni casi, con intervista diretta, alla presenza di un intervistatore.
Le interviste saranno svolte da incaricati Istat (compreso il personale dei Centri di assistenza agricola Caa).

L'opuscolo Tutto quello che c'è da sapere (file pdf)


In caso di mancata risposta al questionario Istat

Il Censimento generale dell’agricoltura è inserito nell’Elenco delle rilevazioni per le quali è previsto l’obbligo di risposta, in corso di aggiornamento, a norma dell'articolo 7 del decreto legislativo 322 del 6 settembre 1989.


Come sono gestiti i dati rilevati e protezione dei dati personali

I dati forniti dalle aziende sono coperti dal segreto d'ufficio e dal segreto statistico (decreto legislativo n. 322/1989 "Norme sul Sistema statistico nazionale e sulla riorganizzazione dell'Istituto nazionale di statistica, ai sensi dell'art. 24 della legge 23 agosto 1988, n. 400").
Le operazioni che richiedono il trattamento di dati personali sono svolte nel rispetto della disciplina del Regolamento (UE) n. 2016/679.
A raccolta conclusa, i dati potranno essere comunicati dall’Istat ai soggetti del Sistema statistico nazionale, per finalità statistiche (decreto legislativo n. 322/1989) o per finalità di ricerca scientifica (decreto legislativo n. 33/2013 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni".
I dati del Censimento verranno diffusi da Istat, attraverso dataset e tavole di dati aggregati.
La Regione Toscana diffonderà i risultati, limitatamente al territorio di propria competenza.

Per maggiori informazioni su trattamento, comunicazione e diffusione dei dati, si rimanda al Piano regionale di censimento.


Gli operatori del censimento

Titolare della rilevazione, prevista peraltro dal Programma Statistico Nazionale 2017-2019 Aggiornamento 2019 (IST-02714), ai sensi del Regolamento UE n. 679/2016 e del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, è l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT). Concorrono allo svolgimento dell’indagine, in base ai compiti attribuiti loro dal Piano regionale di censimento), le Regioni e le Province autonome, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA) e i Centri di Assistenza Agricola (CAA), presso i quali sono individuate strutture organizzative dedicate allo svolgimento delle attività censuarie (Uffici di Censimento).

La Regione Toscana, sulla base del modello organizzativo prescelto, collabora alle attività previste nel Piano regionale di censimento (validato da Istat il 17 luglio 2020 e approvato dalla giunta regionale con delibera 958 del 27 luglio 2020), attraverso l’Ufficio regionale di Censimento.
In coerenza con i ruoli dei soggetti coinvolti e con le fasi del processo censuario, Istat mette a disposizione un sistema di acquisizione dati, che consente la gestione della multicanalità delle tecniche di rilevazione, e un’applicazione web (Sistema di Gestione Indagine – SGI), che consente di monitorare le varie fasi del processo di rilevazione.

Contatti

Per approfondire

Consulta pagine ufficiali del 7° Censimento generale dell'agricoltura

Domande e risposte sul 7° Censimento Agricoltura 2021: consulta le FAQ (5 febbraio 2021)

Link utili:


Locandina

 

 

 

 


Anna Luisa Freschi

Aggiornato al:
13.04.2021
Article ID:
34143836