Laboratorio diagnostica

Il Servizio Fitosanitario della Regione Toscana, è dotato di un proprio laboratorio ufficiale di diagnostica fitopatologica dove vengono effettuate analisi sui campioni prelevati dal personale del servizio (Ispettori fitosanitari) o da altri soggetti autorizzati.

Presso il laboratorio si effettuano diagnosi relative alla presenza di organismi nocivi delle piante (virus, batteri, funghi, nematodi, fitoplasmi ed insetti) mediante analisi biomolecolari effettuate utilizzando protocolli diagnostici normalizzati (da norme specifiche sui singoli organismi nocivi), oppure ripresi da standard diagnostici europei (PM7 – EPPO, ISPM - FAO, ecc.), da riviste scientifiche internazionali di settore o, ancora, sviluppati internamente come metodi interni oggetto di validazione e/o ottimizzazione.

In linea di massima, le tecniche biomolecolari utilizzate prevedono una prima fase di estrazione degli acidi nucleici (acido desossiribonucleico (DNA) o ribonucleico (RNA)) che compongono i genomi degli organismi nocivi target. Lo stadio successivo all’estrazione è l’amplificazione genica degli acidi nucleici mediante tecniche di Real Time Polymerase Chain Reaction (rt-PCR o qPCR) e LAMP (Loop-mediated isothermal amplification).

In base ai risultati dei saggi analitici, il laboratorio rilascia un referto che conclude la procedura diagnostica segnalando la presenza o l’assenza di un determinato organismo nocivo.

Nel rapporto di prova, che il laboratorio produce sulla base del referto analitico, sono indicati tutti i dati salienti relativi al campione, al metodo analitico impiegato ed all'esito conseguito.

Il laboratorio svolge anche altre attività che sono:

  • lo sviluppo e la validazione di metodi diagnostici interni e/o ripresi dalla letteratura scientifica attraverso prove di blind panel/ottimizzazione/performance per i principali organismi nocivi delle piante;

  • la partecipazione a ring/proficiency test nazionali ed internazionali per la validazione/armonizzazione di protocolli diagnostici per gli organismi nocivi da quarantena prioritari (Reg. 2019/1702) o rilevanti per l’Unione (Reg. 2016/2031 e successivo Reg. 2019/2072) nonché per tutti gli organismi nocivi soggetti a misure specifiche e di temuta introduzione per l’Unione Europea;

  • la pubblicazione di note divulgative e articoli scientifici in merito alla diagnostica fitopatologica in collaborazione con istituzioni scientifiche, Università e centri di ricerca nazionali e internazionali.

Nel corso del 2021 sono stati trattati ben 11.627 campioni per un numero totale di 16.200 analisi, comprese le verifiche di amplificabilità o prove di amplificabilità sugli estratti di acidi nucleici (DNA) o cDNA (RNA) per la valutazione della integrità e qualità degli acidi nucleici estratti. al fine delle analisi biomolecolari successive specifiche per i vari target (ON).

Per le analisi effettuate sono stati impiegati 187 protocolli e tecniche biomolecolari per la ricerca di ben 155 organismi nocivi diversi su campioni provenienti da 209 specie diverse vegetali.

Reclami e segnalazioni

Per eventuali reclami o segnalazioni inviare un'email a fitosanitario-laboratorio@regione.toscana.it, scrivendo nell’oggetto la parola Reclamo o Segnalazione.

Nella e.mail si devono indicare, oltre gli elementi utili alla definizione del reclamo/segnalazione i deguenti dati: nome e cognome del mittente, un recapito di posta elettronica per la risposta se diverso da quello utilizzato per l’invio della e.mail stessa ed eventualmente un numero telefonico . La vostra e.mail sarà presa in carico e vi sarà risposto nel più breve tempo possibile, qualora fossero necessarie informazioni aggiuntive sul reclamo/segnalazione potrete essere contattati telefonicamente da un nostro tecnico.

Riservatezza nel trattamento dei dati

Il personale del laboratorio considera riservate tutte le informazioni fornite e generate nel corso delle attività di laboratorio. Si impegna alla riservatezza delle informazioni ottenute o generate nell'esecuzione delle attività.
Il vincolo della riservatezza è oggetto di specifiche comunicazioni agli altri addetti del Servizio Fitosanitario in occasione di riunioni.
I documenti che contengono dati e informazioni riservate sono conservati nel software FitoSIRT e se cartacee, in armadi chiusi in locali ad accesso controllato.

Di seguito le sedi e i contatti dei laboratori:

Laboratorio di Pistoia

Referente: Dott. Domenico Rizzo (Responsabile della gestione dei laboratori del Servizio fitosanitario)

Indirizzo: Via Ciliegiole 99, 50100, Pistoia (PT).

Email: fitosanitario-laboratorio@regione.toscana.it

Laboratorio di Livorno

Referente: Dott. Gabriele Gilli

Indirizzo: Interporto Toscano " Amerigo Vespucci" Palazzina "Colombo", via Delle Colline - 57014 Località Guasticce

Email: fitosanitario-porto-li@regione.toscana.it

Laboratorio di Firenze

Referente: Dott. Simone Michelucci

Indirizzo: Via Alessandro Manzoni 16 (Villa Poggi) 50121 Firenze

Email: simone.michelucci@regione.toscana.it

Laboratorio di Orbetello

Referente: Dott. Nicola Tedde

Indirizzo: Via Guerrazzi 8, 58015, Orbetello (GR)

Email: nicola.tedde@regione.toscana.it


Rapporti annuali delle attività svolte dal laboratorio

A partire dal 2017, al fine di tenere traccia e divulgare le proprie attività, il laboratorio realizza un rapporto annuale scaricabile:


Note divulgative

Si rendono disponibili brevi note divulgative redatte dal personale del laboratorio, che riguardano alcuni patogeni delle piante frequentemente riscontrati nell’ambito delle attività di analisi:

Condividi
Aggiornato al:
21.04.2022
Article ID:
13941941