Infrastrutture e mobilità
31 ottobre
16:03

Gara TPL, Ceccarelli: "Parole gravi dal senatore La Pietra, vero attentato al principio di legalità"

FIRENZE - "Leggo la dichiarazione di un senatore della Repubblica, di Fratelli d'Italia, che a proposito della gara per il servizio di trasporto pubblico su gomma in Toscana chiede al Governo, né più né meno, di violare il principio di legalità. E' una cosa sorprendente e molto grave. Invocare un presunto ‘interesse' nazionale di fronte ai  procedimenti previsti dalle norme italiane ed europee per l'espletamento di una gara è un vero e proprio attentato allo stato di diritto. Se questa è la cultura giuridica della destra, è bene che i cittadini toscani e italiani ne siano consapevoli". E' dura la reazione dell'assessore a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli alle dichiarazione del senatore  di FdI Patrizio La Pietra, che chiede un intervento dell'esecutivo nazionale per  bloccare il regolare svolgimento della gara per il Tpl.

"Oltre che incaute e preoccupanti – sottolinea Ceccarelli – le affermazioni del senatore La Pietra sono anche infondate, come laddove ricorda la questione della legittimità della partecipazione di Ratp alla gara: una questione che è stata chiarita e sciolta dalla Corte di giustizia europea, si informi. Il diritto dei cittadini toscani ad avere un servizio pubblico di trasporto moderno ed efficiente è ormai evidente che a molti non vada giù. Ma nessuno si illuda che la Regione Toscana possa rinunciare a tutelare questo diritto e a difendere il principio di legalità, quali che siano i risultati che ne scaturiscono".