Diritto allo studio. Indirizzi regionali anno scolastico 2016-2017

Indirizzi regionali DGR 360/2016 e accesso all'applicativo online
Condividi

La Regione Toscana, da sempre attenta a supportare il diritto allo studio come veicolo di sviluppo della persona e quindi dell'intera comunità, finanzia da molti anni benefici economici per gli studenti a basso reddito, finalizzati a garantire loro il diritto allo studio, in particolare attraverso il "pacchetto scuola", uno strumento economico destinato a studenti in condizioni socio economiche difficili finalizzato a sostenere le spese necessarie per la frequenza scolastica, quali libri scolastici, altro materiale didattico e servizi scolastici.

Per il prossimo anno scolastico 2016/2017, oltre ad innalzare i fondi a disposizione, la Regione ha cambiato le procedure in modo da riuscire a velocizzare il più possibile i tempi di pagamento alle famiglie.

Tra le novità, si segnala, innanzitutto il momento in cui le famiglie interessate devono presentare la domanda, che viene anticipato a giugno-luglio, subito dopo la fine della scuola, con scadenze determinate da ciascun Comune mediante il proprio bando.

Si invitano, quindi, tutti gli interessati ad informarsi presso il proprio Comune, a prendere visione del bando e delle modalità previste per la richiesta del "pacchetto scuola", facendo particolare attenzione alle nuove scadenze.

Possono presentare domanda gli appartenenti a un nucleo familiare con ISEE inferiore ai 15.000 €.
 
L'approvazione della Deliberazione della Giunta Regionale n. 360 del 27/04/2016 "Diritto allo studio scolastico: indirizzi regionali per l'anno scolastico 2016/2017" ha rivisto notevolmente il sistema di erogazione degli incentivi economici per gli studenti, in particolare in merito alle procedure e alla tempistica previste per l'erogazione del "pacchetto scuola".

L'obiettivo principale delle innovazioni introdotte è quello di velocizzare il più possibile i tempi di erogazione dei benefici alle famiglie, in modo da renderli compatibili con la frequenza dell'anno scolastico e quindi garantire maggiormente la tutela del diritto allo studio degli allievi destinatari (vedi "Tempistica").
A tal fine, si è previsto  che la Regione impegni e liquidi i fondi destinati direttamente ai Comuni e alle Unioni di Comuni, assegnando alle Province e alla Città Metropolitana un ruolo di valutazione e supervisione del procedimento.

Il Decreto Dirigenziale 2451 del 05/05/2016, in attuazione della Delibera n. 360/2016, ha approvato la bozza di schema di bando comunale per l'erogazione del "pacchetto scuola" (Allegato B) e il fac-simile della relativa domanda di contributo che le famiglie dovranno presentare al Comune di residenza (Allegato C).

Possono presentare domanda gli appartenenti a un nucleo familiare con ISEE inferiore ai 15.000 €, come di seguito meglio specificato (vedi "Requisiti di accesso ai benefici")

L' importo del "pacchetto scuola" risulta diversamente quantificato sulla base delle seguenti variabili:

  • ordine e grado di scuola (secondaria primo grado, secondaria secondo grado)
  • anno di corso (primo anno, secondo anno, ecc.)
  • dislocazione geografica (residenza isole minori per frequenza scuole superiori sul continente).

Gli importi minimi e massimi per i vari ordini di scuola sono disponibili nell'Allegato A della  Delibera n. 360/2016.

La Delibera focalizza, inoltre, l'attenzione sulla scuola secondaria e incrementa le risorse regionali complessivamnete disponibili, che quest'anno ammontano a 2,5 milioni di euro. Tale importo costituisce una prima tranche del finanziamento che la Giunta ha la volontà di innalzare a 3 milioni complessivi.

Il Decreto Dirigenziale contiene, infine, il riparto provvisorio dei fondi, l'impegno e la liquidazione della prima trance a favore dei Comuni e delle Unioni di Comuni (Allegato A, D.D. 2451/2016).

Con il Decreto Dirigenziale n. 13046 del 16-11-2016 è stato concluso, per 9 Province, il procedimento per l'assegnazione e la liquidazione ai Comuni delle somme previste dal "Pacchetto scuola" per a.s. 2016/2017, del quale hanno beneficiato 20.059 studenti, ai quali è stato corrisposto il massimo dell'importo individuale del beneficio, per un fabbisogno complessivo pari a € 3.884.730.
Tutte le domande idonee pervenute sono state soddisfatte, coprendo integralmente il fabbisogno espresso dal territorio.
Come preannunciato, con l'utilizzo della nuova procedura, prevista dalla DGR n. 360/2016, la Regione Toscana è stata in grado di disporre la liquidazione delle somme ai Comuni entro la fine dell'anno solare e quindi nei primi mesi dell'anno scolastico.


Tempistica

  1. prima fase, maggio 2016: in questi giorni i Comuni e le Unioni stanno adottando l'avviso pubblico per l'erogazione dei benefici, secondo lo schema di bando unificato regionale
     
  2. seconda fase: entro il 30 settembre 2016 i Comuni/Unioni trasmettono alle Province e alla Città Metropolitana le graduatorie dei soggetti idonei.
     
  3. terza fase: entro il 31 ottobre 2016 le Province e la Città Metropolitana effettuano le necessarie verifiche sugli atti e sulle graduatorie comunali, stabiliscono gli esiti delle graduatorie definitive dei Comuni/Unioni del proprio territorio e le trasmettono alla alla Regione.

La nuova tempistica mira a far sì che i contributi economici raggiungano le famiglie destinatarie dei benefici, almeno per una prima parte, entro l'anno.


Requisiti di accesso ai benefici

Il pacchetto scuola può essere erogato in presenza dei seguenti requisiti:

a) requisiti economici: l'ISEE del nucleo familiare di appartenenza dello studente, calcolato secondo le modalità di cui alla normativa vigente, non deve superare il valore di 15.000,00 euro (20.000,00 euro per gli studenti delle scuole secondarie superiori residenti nelle isole minori);

b) requisiti di merito per gli studenti della scuola secondaria di I grado e per il primo biennio della scuola secondaria di II grado: qualora lo studente sia ripetente, si iscriva allo stesso Istituto scolastico e/o allo stesso indirizzo di studi e abbia i medesimi libri di testo dell'anno precedente, non può richiedere il beneficio per lo stesso anno di corso di studi;

c) requisiti di merito per gli studenti della scuola secondaria di II grado iscritti al III, IV e V anno: per poter richiedere il beneficio occorre aver conseguito la promozione alla classe successiva nell'anno scolastico precedente a quello di presentazione della domanda di beneficio;

d) requisiti anagrafici: residenza in Toscana, età non superiore a 20 anni.

I requisiti relativi al merito ed all'età non si applicano agli studenti diversamente abili, con handicap riconosciuto ai sensi dell'art. 3 comma 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104 o con invalidità non inferiore al 66%


Accesso all'applicativo online

In attuazione della D.G.R. n. 360/2016 "Diritto allo studio scolastico: indirizzi regionali per l'anno scolastico 2016/2017" è stato realizzato un applicativo online per la gestione delle informazioni relative a questa linea di intervento.
L'applicativo consentirà di raccogliere e gestire i dati relativi alle domande e alle concessioni dei benefici economici individuali destinati agli studenti a basso reddito delle scuole secondarie della Toscana.

L'accesso è riservato ed è consentito solo mediante credenziali, già fornite agli utenti referenti - Province, Città metropolitana, Comuni e Unioni di Comuni - per la compilazione.

Accesso all'applicativo (mediante credenziali) ►►

Si evidenzia che la D.G.R. n. 360/2016 stabilisce il 30 settembre 2016 come data di scadenza per la trasmissione delle graduatorie dei soggetti idonei da parte di Comuni/Unioni di Comuni.

Tale data rappresenta, quindi, il termine ultimo per l'inserimento delle graduatorie sull'applicativo da parte di Comuni/Unioni di Comuni e dà luogo all'invio in modalità online delle suddette graduatorie alle Province/Città Metropolitana.

Oltre il 30 settembre, pertanto, i comuni non potranno avere accesso all'applicativo.

L'applicativo rimarrà invece aperto per le Province/Città metropolitana fino al 31 ottobre 2016, per consentire loro le necessarie operazioni di verifica ed eventuali compensazioni.

 

 

Gli atti regionali di riferimento:

  • Decreto n.13046 del 16-11-2016, Diritto allo studio scolastico: adempimenti per il completamento della procedura del Pacchetto scuola di cui alla DGR 360/2016
  • Decreto n.12879 del 21-11-2016, Diritto allo studio scolastico - Pacchetto scuola destinato agli studenti residenti nei Comuni delle Isole minori - a.s. 2016/2017 - Impegno e liquidazione a favore dei Comuni di Capraia Isola e Isola del Giglio

 

 

 

 

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
11.08.2017
Article ID:
13423600