Tirocini non curriculari per l'inserimento o il reinserimento lavorativo

Online anche gli esiti delle domande pervenute dal primo luglio al 31 agosto 2020 (decreto del 15 ottobre). Bando rivolto a residenti o domiciliati nelle arre di crisi Livorno, Piombino,  Massa-Carrara e Amiata.


BANDO SEMPRE APERTO
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

11 settembre 2019

La Regione Toscana, con decreto dirigenziale 14319 del 19 agosto 2019,  ha approvato l'avviso pubblico per contributi per tirocini non curriculari finalizzati all'inserimento o al reinserimento lavorativo di residenti o domiciliati in un comune rientrante nelle aree di crisi  di Livorno, Piombino, Massa-Carrara e Amiata.

In evidenza: pubblicati anche gli esiti istruttori  delle domande presentate dal primo luglio al 31 agosto 2020 con decreto dirigenziale 16316 del 15 ottobre 2020:


Finalità. L'avviso pubblico si propone di sostenere e promuovere azioni atte a fronteggiare la crisi del mercato del lavoro che interessa le aree di crisi complessa industriale di Piombino, aree di crisi interessate a Piani di reindustrializzazione e del Comprensorio dell'Amiata, sostenendone la ripresa sociale, economica e produttiva attraverso l'attivazione di tirocini non curriculari, quale misura formativa di politica attiva. Lo strumento del tirocinio non curriculare intende quindi favorire le conoscenze e competenze professionali dei disoccupati ed accompagnarli verso scelte finalizzate al reinserimento lavorativo nel quadro delle azioni dell'apprendimento permanente

Soggetti ammessi alla presentazione dei progetti. La domanda di contributo può essere presentata da soggetti ospitanti, privati o pubblici, aventi sede operativa in uno dei Comuni indicati all'art. 2 dell'avviso. Il soggetto ospitante deve possedere i requisiti e rispettare gli obblighi di cui all'art 86 ter del Regolamento 47/R/2003 e successive modifiche e integrazioni.

Destinatari dei tirocini. Sono  destinatari del tirocinio i soggetti che si trovano nella seguente condizione:

  1. soggetti di età pari o superiore a 30 anni;
  2. in stato di disoccupazione ai sensi dell'articolo 19, comma 1, del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150 (Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183) e dell'art. 4 comma 15-quarter della L.26 del 28/03/2019;
  3. non beneficiari di strumenti di sostegno al reddito; 
  4. residenti o domiciliati in uno dei Comuni rientranti nelle aree di crisi complessa industriale di Piombino, aree di crisi interessate a Piani di reindustrializzazione e del Comprensorio dell'Amiata di cui all'Allegato "A" della decisione n. 19 del 06.02.2017:

Area di crisi complessa industriale di Piombino: Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Suvereto (polo siderurgico di Piombino) e Sassetta

Aree di crisi interessate a Piani di reindustrializzazione: Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo e Comuni della Provincia di Massa-Carrara

Aree interessate a fenomeni crisi socio-economica (comprensorio dell'Amiata): - Abbadia San Salvatore - Castiglion D'Orcia - Piancastagnaio - Radicofani - San Quirico D'Orcia - Arcidosso - Castel del Piano - Castell'Azzara - Cinigiano - Roccalbegna - Santa Fiora - Seggiano - Semproniano

Tipo di agevolazione. L'importo forfettario a titolo di rimborso spese corrisposto al tirocinante non può essere inferiore a 500 euro
L'importo del contributo pubblico, stabilito in 500 euro mensili, è destinato alla copertura totale o parziale del rimborso spese corrisposto dal soggetto ospitante al tirocinante sulla base di quanto previsto dall'art. 17 sexies della legge regionale 32/2002.

Risorse disponibili.  Per l'attuazione del presente avviso è stata riservata, con DGR.  434 del 01.04.2019  la cifra complessiva di Euro  1.176.000,00 a valere su risorse regionali (di cui €  890.000,00 con classificazione contabile di tirocini extracurriculari- trasferimenti correnti ad altre imprese ed €  286.000,00 con classificazione contabile di tirocini extracurriculari- trasferimenti correnti ad amministrazioni locali)

Presentazione delle domande di finanziamento. La presentazione delle domande è aperta a partire dal 11 settembre 2o019, data di pubblicazione sul Burt dell'avviso pubblico, con modalità "a sportello" fino ad esurimento risorse

Le modalità di presentazione delle domande di finanziamento e relativa documentazione allegata, sono le seguenti:
1.    AP@CI – InterPRO - PEC

Nel caso di soggetto privato (azienda / impresa o Associazione) la trasmissione dovrà avvenire

  • tramite propria casella di posta elettronica certificata (pec) all'indirizzo pec istituzionale della Regione Toscana, regionetoscana@postacert.toscana.it e selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta" ed inserendo nell'oggetto: Tirocini non curriculari inserimento lavorativo -aree di crisi

oppure

  • tramite interfaccia web Ap@ci, previa registrazione (credenziali utente e password) in qualità di Azienda/Impresa o Associazione, selezionando come Ente Pubblico destinatario "Regione Toscana Giunta" ed inserendo nell'oggetto: Tirocini  non curriculari inserimento lavorativo -aree di crisi -

Nel caso di soggetto pubblico la trasmissione telematica dovrà avvenire con una delle seguenti modalità alternative:

  • per le amministrazioni pubbliche attive sul sistema InterPRO trasmissione tramite  protocollo interoperabile;
  • per tutte le altre amministrazioni pubbliche non ancora attive sul sistema InterPRO trasmissione tramite  propria casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale della  Regione Toscana, regionetoscana@postacert.toscana.it

In entrambi i casi è necessario inserire nell'oggetto: Tirocini non curriculari inserimento lavorativo -aree di crisi -

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda di finanziamento consultare integralmente il testo dell'avviso pubblico ed i suoi allegati approvati con decreto dirigenziale 14319/2019

Scarica gli allegati in file editabili per la compilazione digitale (file .doc):

Per saperne di più
Ulteriori informazioni possono essere reperite:


Esiti istruttori: domande di tirocinio ammesse e domande non ammesse

Domande presentate dal primo luglio al 31 agosto 2020

Con decreto dirigenziale 16316 del 15 ottobre 2020 la Regione ha approvato gli esiti istruttori delle domande:

Domande pervenute dal 25 aprile al 30 giugno 2020
La Regione Toscana con decreto dirigenziale 10670 del 7 luglio 2020, ha approvato gli esiti istruttori delle domande

Domande pervenute dal 13 febbraio al 24 aprile 2020
La Regione Toscana con decreto dirigenziale 7436 del primo maggio 2020 ha approvato gli esiti istruttori delle domande presentate dal 13 febbraio al 24 aprile 2020:


Domande pervenute fino al 12 febbraio 2020 e impegni di spesa

Con decreto dirigenziale 4795 del 20 febbraio 2020 la Regione ha approvato l'impegno di spesa per finanziare le domande di tirocinio ammesse pervenute fino al 12 febbraio 2020:

Con decreto dirigenziale 21666 del 6 dicembre 2019 la Regione ha approvato gli esiti dell'istruttoria delle domande di tirocinio:

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
15.10.2020
Article ID:
16603427