Sviluppo rurale: contributi per la formazione dei consulenti

Bando attuativo della sottomisura 2.3 "Sostegno alla fomazione dei consulenti" del Psr Feasr 2014-2022. Domande entro le ore 13 del 28 febbraio 2022


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

22 dicembre 2021

Data di scadenza presentazione domande

28 febbraio 2022

Il bando "Sostegno alla formazione dei consulenti", approvato con decreto dirigenziale 21866 del 14 dicembre 2021 dà attuazione alla sottomisura 2.3 “Sostegno alla formazione dei consulenti” del Psr Feasr 2014-2022.

Il bando ha la finalità di potenziare il sistema della conoscenza e del trasferimento dell’innovazione sul territorio regionale toscano attraverso la concessione di contributi destinati alla formazione e all’aggiornamento professionale dei consulenti, con priorità riconosciuta a quelli facenti parte dello staff dei prestatori di servizi di consulenza/organismi operanti in Regione Toscana a seguito delle procedure di selezione della sottomisura 2.1 “Sostegno ad avvalersi di servizi di consulenza”.

Scadenza e presentazione della domanda

La domanda di aiuto deve essere presentata a partire dal 14 gennaio 2022 ed entro le ore 13.00 di lunedì 28 febbraio 2022, esclusivamente mediante procedura informatizzata, impiegando la modulistica disponibile sulla piattaforma gestionale dell’anagrafe regionale delle aziende agricole gestita da ARTEA, raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it.
Le domande ricevute oltre il suddetto termine di scadenza non sono ammissibili a finanziamento.

Beneficiari

Sono ammessi a presentare domanda e a beneficiare del sostegno le Agenzie formative accreditate su Sistema Toscano ai sensi della legge regionale 26 luglio 2002, n. 32 “Testo Unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro” e della D.G.R. n. 1407 del 27 dicembre 2016 e s.m.i., recante "Approvazione del disciplinare del ‘Sistema regionale di accreditamento degli organismi che svolgono attività di formazione - Requisiti e modalità per l'accreditamento degli organismi formativi e modalità di verifica".

Investimenti ammissibili

Si riconosce un sostegno per favorire la partecipazione dei consulenti a due tipologie di corsi di formazione:
A) Formazione qualificante
- Obiettivo: garantire ai consulenti il conseguimento della qualifica richiesta dal DM 3 febbraio 2016 per essere abilitati a prestare servizi di consulenza.
B) Aggiornamento professionale
- Obiettivo: garantire il conseguimento dell’aggiornamento professionale obbligatorio, con periodicità almeno triennale previsto dal DM 3 febbraio 2016.

Intensità del sostegno

L’intensità del sostegno è pari al 100% della spesa ammissibile.
La spesa ammissibile è calcolata sulla base dello studio metodologico elaborato da Irpet “La stima dei costi standard della formazione per le misure previste nel Programma di Sviluppo Rurale” ai sensi del paragrafo 1, lettera b) e paragrafo 5, lettera a), punti i) e ii) dell’articolo 67 del Reg. UE 1303/2013”

Massimali e minimali di contributo

L’importo massimo del contributo pubblico concesso per singola domanda di aiuto è pari a 70.000,00 euro.
Non sono ammesse le domande con un contributo minimo richiesto/concesso inferiore a 10.000,00 euro.
Non può essere superato il massimale di 200.000,00 euro per triennio per beneficiario.

Anticipo

Non è previsto anticipo.

Graduatoria

Le domande sono ordinate in un elenco in base ai punteggi derivanti dai criteri di selezione. I punteggi sono attribuiti da una Commissione di valutazione appositamente nominata.
La domanda di aiuto deve aver ottenuto un punteggio di almeno 26 punti per poter entrare in graduatoria.  Il punteggio massimo attribuibile ad una singola domanda di aiuto è pari a 53 punti.:

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria del presente bando è pari a 490.000 euro.

Per tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il bando e i suoi allegati approvati con decreto 21866 del 14 dicembre 2021:


Per saperne di più compila e invia il form on line alla pagina “Scrivici”
È attivo il servizio “Scrivici”, un form di richiesta informazioni e chiarimenti da compilare e inviare online.

 

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
23.12.2021
Article ID:
88721057