Sistema aziendale di autocontrollo fitosanitario nei vivai: il progetto prosegue anche nel 2018

Il Progetto di Autocontrollo Fitosanitario, avviato nel corso del 2017, prosegue anche nell'anno corrente. Il 2018 costituisce il secondo e ultimo anno del periodo sperimentale previsto per mettere a punto il sistema e verificarne l'applicazione.

Il Progetto Autocontrollo nel 2017, primo anno di questo biennio sperimentale, ha visto la partecipazione di 15 aziende vivaistiche che sono state chiamate ad effettuare una serie di controlli fitosanitari e analisi di laboratorio sulle 9 principali avversità da quarantena del vivaismo ornamentale pistoiese. Per ogni avversità il SFR ha prodotto una scheda fitosanitaria sintetica in cui sono state indicate le piante che il vivaio deve controllare, i sintomi da verificare, i periodi in cui operare le ispezioni e le eventuali indicazioni per il prelievo dei campioni.

Le aziende aderenti all'Autocontrollo 2017 nel corso dell'anno hanno prelevato 48 campioni su cui il laboratorio del SFR ha operato gratuitamente le analisi. Con lo scopo di agevolare e indirizzare l'attività di controllo delle aziende, il SFR ha emesso nel corso dell'anno, nei momenti più opportuni, 6 comunicati che sono stati recapitati direttamente agli iscritti per posta elettronica.

Le aziende che hanno partecipato al Progetto Autocontrollo nel 2017 sono confermate direttamente anche per il corrente anno senza ulteriori comunicazioni.

Le aziende che non hanno partecipato nel 2017 ma che intendano aderire al Progetto per il 2018 devono inviare il modulo di adesione. Il modulo deve essere compilato, sottoscritto dai richiedenti e inviato tramite PEC - regionetoscana@postacert.toscana.it - al Servizio Fitosanitario della Regione Toscana, indicando nell'oggetto della PEC "all'attenzione del Dr. Lorenzo Drosera", entro il 31 marzo 2018. Sarà cura di questo SFR contattare i nuovi richiedenti per confermare l'adesione e per fornire le informazioni necessarie all'avvio delle attività.

Il sistema aziendale di autocontrollo fitosanitario nei vivai

Il caso "Xylella fastidiosa" ha portato alla consapevolezza che il pericolo dell'introduzione in Toscana di nuovi parassiti può comportare danni rilevanti per l'intero territorio regionale. Per contrastare questo fenomeno la Regione Toscana ha deciso di avviare un programma pluriennale per promuovere e applicare in via sperimentale un piano di autocontrollo fitosanitario inizialmente rivolto alle imprese vivaistiche. L'iniziativa ha lo scopo di avviare un processo di miglioramento nel comparto vivaistico volto alla qualificazione fitosanitaria, alla tracciabilità delle proprie produzioni e a una migliore gestione del rischio fitosanitario attraverso la messa a punto di poche ma efficaci azioni, quali il controllo delle piante acquistate, la vigilanza permanente delle proprie produzioni, l'adozione di procedure atte a mettere a punto comportamenti virtuosi nella gestione dei vivai.

Il Decreto Dirigenziale n. 5359 del 06-07-2016 della Regione Toscana e il suo Allegato "A" prevedono che le aziende vivaistiche che intendono partecipare al progetto di autocontrollo devono darne comunicazione al SFR utilizzando l'apposito Modulo di adesione.

L'adesione al progetto di autocontrollo comporta i seguenti obblighi per le aziende vivaistiche:

  • individuare un Responsabile fitosanitario aziendale per la sorveglianza fitosanitaria a garanzia della realizzazione dell'autocontrollo;

  • effettuare i controlli fitosanitari per tutte le avversità individuate annualmente dal SFR e sotto riportate con le modalità descritte nella Scheda SFR della singola avversità;

  • compilare e tenere aggiornato il Registro dei controlli su cui deve essere data evidenza dei controlli fitosanitari eseguiti dall'azienda vivaistica;


L'autocontrollo non rientra negli obblighi previsti per le aziende vivaistiche ai sensi del D. Lgs. 214/05. E' un progetto su base volontaria promosso dagli aderenti al ‘'Protocollo d'intesa relativo al programma per l'autocontrollo fitosanitario delle imprese vivaistiche toscane'', approvato con la delibera di Giunta regionale n. 8 del 12/1/2015 e coordinato dal SFR della Regione Toscana.


 

Organismo nocivo

Scheda di controllo

Anoplophora chinensis

Download scheda

Anoplophora glabripennis

Download scheda

Aromia bungii

Download scheda

Meloidogyne

Download scheda

Popillia japonica

Download scheda

Pseudomonas syringae pv. actinidiae

Download scheda

Rhynchophorus ferrugineus

Download scheda

Xylella fastidiosa

Download scheda


 

 

Aggiornato al:
20.02.2018
Article ID:
15109696