Il Regolamento UE n. 2016/2031 entrato in vigore il 14 dicembre 2019, ha introdotto molte novità in ambito fitosanitario. Prime indicazioni

Anche quest’anno, in alcune zone della Toscana, si stanno verificando forti infestazioni di larve defogliatrici, in particolare del Bombice dispari (Lymantria dispar)

Con il Decreto Dirigenziale 7196 del 20 maggio 2018, sono state approvate le “Linee guida per la lotta obbligatoria alla Flavescenza dorata della vite in Toscana, anno 2020

I produttori che commercializzano all’ingrosso, i centri di raccolta collettivi e i centri di spedizione di tuberi di patata da consumo (Solanum tuberosum L.) registrati nel RUOP della Regione Tosc...

Ulteriore proroga certificati di abilitazione ai sensi della Legge n. 27 del 24 aprile 2020

E' stata approvata la comunicazione annuale della situazione produttiva e dell'elenco delle specie vegetali prodotte e commercializzate che per il 2020 è stata prorogata al 31 luglio 2020

Richiesta ispezioni per “Spostamento di piante ospiti di Xylella fastidiosa all’interno dell’Unione”: attivata la procedura on line

Il Servizio Fitosanitario della Regione Toscana ha realizzato un nuovo servizio telematico che mette a disposizione dell'utenza per facilitare e rendere più rapida la presentazione di istanze e comunicazioni agli uffici da parte degli operatori professionali e di tutti i soggetti interessati dalla normativa fitosanitaria.

La nuova modalità viene attivata per la presentazione  delle richieste di ispezione di un sito produttivo per confermare che è indenne dal batterio  Xylella fastidiosa, ai sensi della Decisione di esecuzione (UE) 2015/789, art. 9.8 "Spostamento piante specificate all'interno dell'Unione" che definisce le condizioni necessarie per lo spostamento all’interno dell’Unione di piante ospiti di Xylella fastidiosa che non sono state mai coltivate in zone delimitate per tale organismo nocivo come segue:

  1. le piante destinate all'impianto delle specie Olea europaea, Nerium oleander, Polygala myrtifolia, Prunus dulcis, Lavandula dentata e Coffea, risultate periodicamente infette dall'organismo specificato, per poter essere spostate all'interno dell'UE devono essere state soggette ad almeno una ispezione annuale comprendente campionamento delle matrici vegetali per effettuare analisi volte a confermare l'assenza dell'organismo specificato Xylella fastidiosa.
     
  2. le piante destinate all’ impianto delle specie ospiti del batterio sono state coltivate in un sito soggetto a un’ispezione ufficiale annuale e, qualora siano presenti sintomi dell’organismo specificato, a campionamento, tenendo conto degli orientamenti tecnici per le ispezioni di Xylella fastidiosa, nonché ad analisi, in conformità delle norme internazionali, per il rilevamento dell’eventuale presenza dell’organismo specificatoLa lista ufficiale delle piante ospiti, pubblicata sul sito della Commissione europea è la seguente: Acacia dealbata, Acacia saligna, Acer pseudoplatanus, Anthyllis hermannie, Artemisia arborescens, Asparagus acutifolius, Calicotome spinosa, Calicotome villosa, Catharanthus, Cercis siliquastrum, Chenopodium album, Cistus monspeliensis, Cistus creticus, Cistus salviifolius, Coronilla glauca, Coronilla valentina, Cytisus scoparius, Cytisus villosus, Dodonea viscosa, Eremophila maculata, Erigeron bonariensis, Erigeron sumatrensis, Euphorbia terracina, Euryops chrysanthemoides, Ficus carica, Fraxinus angustifolia, Genista x spachiana (syn. Cytisus racemosus), Genista corsica, Genista ephedroides, Genista lucida, Grevillea juniperina, Hebe, Helichrysum italicum, Heliotropium europaeum, Juglans regia, Laurus nobilis, Lavandula, angustifolia, Lavandula stoechas, Lavandula x allardii (syn. Lavandula x heterophylla), Lavandula x intermedia, Medicago sativa, Metrosideros excelsa, Myoporum insulare, Myrtus communis, Pelargonium graveleons, Pelargonium x fragrans, Phagnalon saxatile, Phillyrea latifolia, Prunus avium, Prunus cerasifera, Prunus cerasus, Prunus domestica, Quercus suber, Rhamnus alaternus, Rosa canina, Rosmarinus officinalis, Spartium junceum, Streptocarpus, Erysimum, Vinca, Vitis vinifera, Westringia fruticosa, Westringia glabra.
     
  3. Ogni lotto di piante destinate all’impianto di Polygala myrtifolia, anteriormente al suo primo spostamento al di fuori del sito di produzione, che deve essere spostato all’interno dell’Unione è inoltre sottoposto ad una ispezione visiva ufficiale e ad un campionamento il più vicino possibile al momento dello spostamento.  ;


► L’indirizzo WEB per accedere al servizio è: http://fitosirt.regione.toscana.it/mod_fitosirt_servizi


La scadenza per l’invio delle richieste è il 31luglio 2020, per eventuali richieste successive a tale data si prega di contattare il servizio fitosanitario.

Aggiornato al:
27.04.2020
Article ID:
24825065