Realtà regionale

 

La regione Toscana considera la promozione della salute quale componente essenziale per le proprie scelte strategiche di investimenti socioeconomici. La salute dei cittadini è ritenuta, infatti, una risorsa indispensabile per lo sviluppo economico oltre a quello umano e sociale. Il sistema toscano concentra i propri sforzi infrastrutturali e di miglioramento della salute facendo perno su:

 

  • stili di vita
  • reti sociali
  • condizioni socio-economiche, culturali, ambientali.

La politica per la salute risulta perciò una dimensione organica delle strategie sociali, ambientali ed economiche. Si concretizza nella ricerca attiva di standard di vita soddisfacente per gli individui, le famiglie e le comunità, attraverso una istruzione e formazione professionale in grado di valorizzare la dignità umana, l'appartenenza, il lavoro e la piena occupazione delle persone. Prospetta infine un uso equilibrato delle risorse naturali (acqua, energia, suolo, foreste, parchi, ecc.) per coniugare economia, ambiente e benessere.

Il servizio sanitario della Toscana (SST) per le attività di educazione e di promozione della salute si avvale di specifiche unità operative presenti nelle 4 aziende USL e delle società della salute. Localmente i Piani intergrati di salute (PIS), in linea con l'impostazione regionale della programmazione integrata, consentono di mettere in atto interventi sistematici intersettoriali nelle comunità territoriali per favorire l'integrazione tra diritti di cittadinanza e cultura della salute.
Rientra in questa prospettiva sia l'impegno concreto a favorire l'accesso informato ai servizi sociosanitari, sia il sostegno a tutte le iniziative di formazione, informazione, documentazione e consulenza promosse da enti locali, istituzioni scolastiche, associazioni, volontariato e cittadini, per valorizzare la salute nella vita quotidiana.
A tale scopo la regione Toscana promuove campagne di comunicazione, interventi formativi e informativi sui temi dei diritti umani, della mediazione culturale in sanità, della sicurezza, dell'accesso ai servizi sociosanitari (servizi materno-infantili, allattamento al seno, screening per la prevenzione oncologica, ecc.), dove la comunicazione rappresenta un elemento costitutivo e una leva strategica delle politiche di promozione della salute.

Maggiori impegni e più ampie collaborazioni sono istaurati con le istituzioni scolastiche per intraprendere azioni verso una scuola che promuove salute, capace di fornire opportunità per acquisire capacità essenziali alla vita, imput per stili di vita sani ed elementi costruttivi per future relazioni.

Condividi
Aggiornato al:
02.03.2022
Article ID:
80880