Rapporto sul mercato dei contratti pubblici in Toscana

 

"Rapporto sul mercato del procurement toscano" è il titolo del rapporto pubblicato (giuigno 2018) dall'Irpet - Istituto regionale per la programmazione economica della Tosvcana, curato da Irpet in collaborazione con l'Osservatorio regionale Contratti pubblici della Regione Toscana, che descrive l'andamento dei principali aggregati del mercato del public procurement toscano aggiornati all'ultimo anno disponibile.

Si tratta di un'approfondita analisi di importanti caratteristiche della domanda regionale. Viene presentata infatti (paragrafo 3) la composizione della domanda per natura giuridica della stazione appaltante, l'incidenza delle diverse procedure di scelta del contraente, nonché - limitatamente al segmento dei lavori pubblici – la composizione della domanda per tipologia di intervento e per settore dell'opera.

Le elaborazioni contenute nel rapporto, tutte relative al quinquennio 2012-2017 e sono riferite a contratti di importo superiore ai 40.000 euro, sono state effettuate a partire dai dati trasmessi dalle stazioni appaltanti di tutto il territorio tramite il Sistema Informativo Telematico Appalti Toscana (SITAT) e che da tale sistema vanno ad alimentare la banca dati nazionale sui Contratti pubblici (sistema SIMOG) dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) in adempimento agli obblighi informativi a fini di monitoraggio e vigilanza già disposti dal "vecchio codice" e confermati dal nuovo D.Lgs.50/2016 all'art.213.


In aggiunta all'analisi della domanda di contratti, si trovano due approfondimenti di natura tematica

Il primo approfondimento, contenuto nel paragrafo 4, è relativo agli aspetti più propiamente legati all'efficienza del mercato. Vengono infatti presentati - sia in un'ottica congiunturale che aggregata sul periodo di osservazione 2012-2017 - gli indicatori più comunemente utilizzati per misurare le performances dei contratti in fase di affidamento e in fase di esecuzione, ovvero la media dei ribassi, il numero di offerte per procedura, il ribasso medio, l'incidenza e la media degli scostamenti di importo e di tempo.

Il secondo approfondimento, realizzato per la prima volta in questo contesto, è quello relativo al sistema delle imprese toscane. Il paragrafo 5 raccoglie infatti una serie di elaborazioni aventi ad oggetto le imprese e affronta i temi della partecipazione delle imprese al mercato del procurement toscano, la loro capacità di appropriazione di quote di mercato regionali e extra-regionali. Sempre al fine di approfondire il tema della della concorrenzialità del mercato e della capacità del sistema produttivo regionale di assorbire la spesa regionale,
viene infine analizzato il ruolo del meccanismo del sorteggio nelle procedure negoziate con
manifestazione di interesse.


 

Condividi
Aggiornato al:
04.12.2019