Proroga dei progetti di Servizio civile regionale

E' possibile prorogare, fino ad un massimo di due volte,  i progetti di servizio civile regionale finanziati con il POR FSE 2014/2020

Condividi

Con delibera di Giunta n. 508 del 15 maggio 2017 è stata prevista la possibilità di prorogare, fino ad un massimo di due volte,  i progetti di servizio civile regionale finanziati con il POR FSE 2014/2020.

La delibera prevede che la proroga riguardi esclusivamente il progetto: ciò significa che i giovani che effettuano il servizio civile non possono essere prorogati e dovranno essere selezionati nuovi soggetti per i successivi mesi.

A tale scopo viene emanato un nuovo bando giovani e gli enti dovranno effettuare nuove selezioni per individuare nuovi soggetti da avviare al servizio per un periodo pari alla durata del progetto finanziato. La durata del progetto non può in alcun modo essere modificata.

La delibera 508/17 prevede inoltre che il progetto debba rimanere invariato in ogni sua parte rispetto a quanto deciso con il decreto di finanziamento del medesimo (a titolo esemplificativo ma non esaustivo: sedi, numero di posti previsti dal progetto, ore e contenuti della formazione generale e specifica, competenze acquisibili dai giovani, risorse finanziarie aggiuntive, monitoraggio, pubblicità del progetto...).

Gli enti titolari di uno o più progetti finanziati con risorse del POR FSE 2014/2020 possono richiedere la proroga utilizzando l'apposito modello approvato con decreto n. 7487 del 1/6/2017, ed inviandolo al competente ufficio regionale.

L'invio del modello di richiesta di proroga vale per una sola proroga. Per la seconda proroga prevista dalla DGR 508/17 è necessario effettuare una nuova richiesta, utilizzando il medesimo modello approvato con  decreto n. 7487/17, entro e non oltre un mese dall'avvio del progetto prorogato (quindi una volta che la proroga avrà inizio, l'ente avrà un mese di tempo per inviare al competente ufficio regionale - con le stesse modalità indicate sopra - una nuova richiesta di proroga, che dovrà effettuare compilando il fac simile).

Procedura per la richiesta di proroga

  1. Gli enti titolari di uno o più progetti finanziati con risorse del POR FSE 2014/2020 devono compilare in ogni sua parte il modello di richiesta di proroga (allegato A al decreto 7487/2017). Con l'invio del modello viene richiesta una sola proroga. Per la richiesta della seconda proroga vedi il successivo punto 7.
    - Per i progetti finanziati sul medesimo bando la richiesta di proroga può essere unica (nella richiesta si elencano tutti i progetti per i quali si chiede la proroga).
    - Qualora un ente abbia uno o più progetti finanziati su bandi diversi, dovrà predisporre un modello per ogni bando.
    Al modello deve essere allegata copia fronte retro di un documento di identità del legale rappresentante che firma.
  2. La richiesta di proroga deve essere inviata al competente ufficio regionale entro e non oltre il 20 giugno 2017.
  3. L'invio può essere effettuato:
    - tramite PEC a regionetoscana@postacert.toscana.it da un indirizzo di posta certificata intestata all'ente medesimo;
    - tramite consegna a mano all'ufficio regionale indicato nel medello di richiesta di proroga (orario 9/13 dal lunedì al venerdì, previa verifica della presenza del personale addetto);
    - tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno.
  4. L'ente richiedente la proroga è consapevole che il progetto non può essere modificato in nessuna sua parte rispetto a quanto disposto con il decreto con cui il medesimo è stato finanziato e che pertanto restano invariate le sedi, il numero di posti previsti per il progetto, la durata, le ore e contenuti della formazione generale e specifica, competenze acquisibili dai giovani, risorse finanziarie aggiuntive, monitoraggio, pubblicità del progetto, le risorse finanziarie messe a disposizione dall'ente e tutto quanto previsto dal progetto finanziato (le eventuali limitazioni apposte al progetto finanziato con il decreto di finanziamento valgono anche per il progetto prorogato).
  5. Il competente ufficio regionale, raccolte le richieste di proroga, emana un nuovo bando giovani che verrà pubblicato sul sito regionale, nella pagina dedicata al servizio civile.
  6. Gli enti titolari dei progetti prorogati dovranno farsi carico delle selezioni dei giovani da avviare nel progetto prorogato. In nessun caso i giovani che hanno svolto il servizio civile potranno partecipare al nuovo bando.
  7. Per richiedere la seconda proroga di un progetto, l'ente titolare deve effettuare una nuova richiesta - utilizzando il medesimo modello approvato con decreto 7487/17 – entro e non oltre un mese dall'avvio del progetto prorogato (quindi una volta che la proroga avrà inizio, l'ente avrà un mese di tempo per inviare al competente ufficio regionale - con le stesse modalità indicate sopra - una nuova richiesta di proroga, che dovrà effettuare compilando il fac simile).

Documentazione

Delibera n. 508 del 15/05/2017 - Proroga progetti di servizio civile regionale finanziati con il POR FSE 2014/2020 ►►
Decreto n. 7487 del 01/06/2017 - Approvazione del modello per la richiesta di proroga ►►
Decreto n. 7487 del 01/06/2017 - Allegato A - Modello richiesta proroga ►►

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
07.07.2020
Article ID:
14399554