Programma straordinario degli investimenti - approfondimento

Condividi

Il Programma straordinario degli investimenti della Regione Toscana delinea un quadro di interventi strutturali, che si inseriscono in una più ampia azione di sviluppo del sistema Toscana e di qualificazione del benessere collettivo ed individuale della regione, in sintonia con gli obiettivi della programmazione regionale. Gli interventi hanno carattere straordinario, sia perché di tipo strutturale, sia perché sono realizzati con risorse aggiuntive rispetto a quelle previste nei programmi ordinari (programmi comunitari, Accordi di programma quadro, etc.).
Il Programma concentra la sua azione su obiettivi che riguardano la tutela e la valorizzazione delle risorse ambientali e culturali, la qualificazione e il potenziamento di servizi resi al cittadino, il contenimento dei rischi territoriali, lo sviluppo della società regionale dell'informazione e della conoscenza, l'ammodernamento della rete infrastrutturale, l'elevamento della capacità competitiva dell'economia toscana.
Il Consiglio regionale ha approvato tutti gli atti di programmazione generale dei singoli programmi; si è così messa in moto la fase di realizzazione degli interventi. I progetti sono individuati secondo criteri di strategicità, capacità di attrarre risorse esterne pubbliche e private, sostenibilità dell'intervento finanziario, impatto sulla collettività, attraverso un ampio processo di concertazione con le autonomie locali, fortemente coinvolte nella fase di programmazione e realizzazione degli interventi insieme al sistema degli enti strumentali della Regione.
Su tali progetti sono confluiti - oltre alle risorse regionali - investimenti degli Enti locali toscani, delle aziende regionali, dello Stato, dei privati, anche attraverso il project financing.
Sull'insieme dei programmi che compongono il Programma straordinario degli investimenti la Regione ha attivato un sistema integrato di monitoraggio, finalizzato a presidiare lo stato di avanzamento di programmi e progetti sotto il profilo finanziario, fisico e procedurale; la base dati presenta una sintesi delle principali informazioni ricavate da tale sistema.
La Legge regionale n. 43/2002 (Legge finanziaria regionale per il 2003) prevede che la Giunta regionale presenti ogni anno al Consiglio, entro il 30 aprile, un rapporto sullo stato di attuazione dei Programmi finanziati dal Programma straordinario degli investimenti.

--------------------------------------------------------------------------------

Rapporto al 31 dicembre 2011

Documenti e materiali:
                       - Scheda progetto
                       - Manuale applicativo PPI
                       - Scheda monitoraggio in itinere
                       - Indicatori di risultato

Aggiornato al:
18.12.2012
Article ID:
116717